L'ECO del Serrasanta

Quindicinale culturale e sociale di Gualdo Tadino, Costacciaro, Fossato di Vico, Nocera Umbra, Scheggia, Sigillo, Valfabbrica - Provincia di Perugia - Italia

N. 6 - 21 marzo 2004

Pro TadinoPrima paginaEdizioniSommario

Cerca nel sito

Acqua: lo studio dell'Ecotech

e nuovi programmi di Rocchetta

"Le analisi fatte hanno evidenziato che non si verificano interferenze significative tra i pozzi della Rocchetta e la sorgente di Santo Marzio. Il volume di acqua rilasciato annualmente dalle sorgenti all’interno del territorio comunale di Gualdo Tadino è dell’ordine dei 15 milioni di metri cubi. Come si vede questo volume è di gran lunga maggiore al volume di acqua imbottigliato annualmente dalla società Rocchetta Spa che è di circa mezzo milione di metri cubi".

Sono queste le conclusione degli studi condotti dal Dipartimento di Scienza della Terra dell’Università di Perugia e dalla Ecotech.

Presentando le conclusioni, il sindaco Pinacoli ha dato notizia di un permesso di ricerca che la Rocchetta Spa ha richiesto per la zona di Rigali e Boschetto, che l’Amministrazione comunale ha intenzione di accogliere.

Ma qual è il nuovo progetto della società Rocchetta? L’ha spiegato il Dr Domenico Razza, dirigente dell’azienda: "Vogliamo diventare un polo europeo per l’acqua d’élite. Nei dettagli c’è in preventivo la costruzione di due nuove linee di imbottigliamento per lanciare sul mercato un nuovo marchio di acqua salutistica, acqua da ricercare nella zona del Monte Penna: l’acqua l’abbiamo già trovata, ma è ad una profondità di 500-600 metri poco compatibili con lo sfruttamento industriale, perché nel caso si dovesse bruciare una pompa occorrerebbe una settimana per riparare il guasto". Rocchetta ha quindi chiesto di estendere le indagini nella zona tra Rigali e Boschetto per trovare acqua ad una profondità inferiore. Pericoli per un impoverimento delle falde acquifere? "Non ce ne sono - ha precisato il Dr Razza - Abbiamo effettuato le nostre ricerche ed anche i risultati dell’indagine promossa dal Comune dimostrano che di fronte ad una disponibilità di circa 900 litri al secondo, Rocchetta ne utilizza al massimo una ventina, perché quantità superiori non sono compatibili con la nostra scelta di fondo basata sulla qualità, garantita anche dalla nostra tecnologica che è all’avanguardia a livello mondiale, e non sulla quantità".

Questi i numeri del futuro investimento: acquisto di terreni per 15 ettari, realizzazione di un collegamento ferroviario con la stazione di GualdoTadino, realizzazione di due nuovi impianti di imbottigliamento, con un investimento complessivo dell’ordine di 15 milioni di euro (più 25 milioni per attività di promozione).

(R.S.)

ATTUALITA'

Pro TadinoPrima paginaEdizioniSommario

Cerca nel sito