L'ECO del Serrasanta

Quindicinale culturale e sociale di Gualdo Tadino, Costacciaro, Fossato di Vico, Nocera Umbra, Scheggia, Sigillo, Valfabbrica - Provincia di Perugia - Italia

N. 2 - 26 gennaio 2003

GUALDESITA'

Pro Tadino Prima pagina Edizioni Sommario Cerca nel sito

Capolavori del Concorso Internazionale nel palazzo comunale

Sono state collocate presso il palazzo municipale di Gualdo Tadino alcune opere del Concorso Internazionale della Ceramica. Si tratta di opere d'arte che hanno partecipato ad alcune delle edizioni che dal lontano 1959 si sono ripetute sino a qualche anno fa. L'operazione rientra nel quadro delle iniziative per il rilancio del Concorso internazionale della ceramica d'arte organizzato dalla Pro Tadino e del progetto per l'arredo urbano per il quale l'Amministrazione Comunale ha finanziato non solo la Mostra Internazionale della Ceramica d'arte, ma anche la collocazione di opere ceramiche nelle "porte antiche" del centro storico, per potenziare l'immagine di Gualdo Tadino città della ceramica. Il Comune è divenuto comproprietario di alcune opere esposte all'interno del palazzo comunale ristrutturato dopo il terremoto del '97 e con i fondi ricavati la Pro Tadino allestirà la mostra delle altre opere restanti che sono divenute patrimonio dell'associazione lungo il corso dei quasi cinquant'anni di concorso. Soddisfazione per questa operazione è stata espressa sia dal sindaco Rolando Pinacoli che dal presidente della Pro Tadino Gianni Smacchi, per un progetto atteso dalla città che si sta concretizzando.

Quattro le opere d'arte che sono state esposte: si va da "Il Risparmio" di Eono Francioni che ha partecipato al primo concorso del 1959, a "Il Bambino" di Elena Doppioni 1979 del 20° concorso, a "Ceramica per la pace" di Luciano Monti 1986 (27° concorso) per terminare con "Solidarietà" del 1994, un lavoro di Sue McCormick che partecipò alla 34° edizione del concorso internazionale della ceramica. L'inaugurazione dell'esposizione ha avuto luogo nella mattinata del 15 gennaio nel corso della cerimonia di consegna del premio Beato Angelo il giorno della festa del Patrono. È un auspicio per il rilancio definito del Concorso Internazionale della Ceramica che a lungo è stato il vero fiore all'occhiello della città.

 

Pro Tadino Prima pagina Edizioni Sommario Cerca nel sito