L'ECO Informazioni

 

N. 2 - 27 gennaio 2002

Pro Tadino Prima pagina Edizioni Sommario

Informazioni

 

Notizie dal patronato


In ordine alle notizie apparse sugli organi di stampa sui ritardi dall'INPS nel pagamento degli aumenti sulle pensioni fino ad milione di lire l'Ente precisa che non esiste alcun ritardo al riguardo, ove si tenga conto che in base alla legge gli aumenti sono collegati ai redditi posseduti nel 2002.

Mese di gennaio. A questo proposito l'INPS fin dall'inizio ha fatto presente al Governo e ai sindacati dei pensionati che per la verifica dei redditi occorreva qualche mese, ma che comunque sarebbe stato in grado di pagare gli aumenti dal 1° gennaio ad oltre 600 mila persone., per le quali, utilizzando le informazioni memorizzate negli archivi, era a conoscenza dei redditi.

Lettera INPS. Per le restanti persone, possibili beneficiarie dell'aumento (circa 1.600.000) l'INPS invierà, nel giro di pochi giorni, una lettera personalizzata che dovrà essere presentata dagli interessati ai centri di assistenza fiscale (CAF) o ai professionisti abilitati (consulenti tributari, dottori commercialisti, consulenti del lavoro e ragionieri commercialisti), che assisteranno gratuitamente il pensionato nel classificare e dichiarare i redditi dell'anno in corso e trasmetteranno in via automatizzata i dati all'INPS.

Mese di marzo. Se le informazioni trasmesse dagli intermediari perverranno all'INPS entro la prima decade del prossimo mese dì febbraio, gli aumenti saranno inseriti nella rata di marzo, compresi gli arretrati di gennaio e febbraio. In caso contrario, gli aumenti saranno pagati nel mese o nei mesi successivi in base all'arrivo dei dati, sempre con il riconoscimento degli arretrati.

È' bene affrettarsi. E' consigliabile per i pensionati non perdere tempo. Non appena ricevuta la lettera è bene recarsi immediatamente dai CAF o dai professionisti per avere gli aumenti quanto prima possibile. Chi non riceverà la lettera e ritiene comunque di avere diritto all'aumento può ugualmente rivolgersi agli intermediari o direttamente alle Sedi INPS per rilasciare l'autocertificazione dei redditi.

 

Pro Tadino Prima pagina Edizioni Sommario