L'ECO del Serrasanta

 

N. 2 - 27 gennaio 2002

Pro Tadino Prima pagina Edizioni Sommario

Territorio

 

Commedia alla Comunità Montana *)

di Antonio Campioni


Dopo il burrascoso consiglio comunale eugubino che lunedì 14 gennaio ha stabilito che la Comunità Montana dovrà riunirsi entro i prossimi 15 giorni, mercoledì 16 gennaio c'è stata una conferenza stampa della destra sul problema dell'Ente. Come ormai è noto non c'è stata la convalida dei sei rappresentanti della città dei Ceri, da qui l'infinita farsa che da sette mesi viene recitata. La mancata convalida dei sei è dipesa dal ricorso presentato dall'Ulivo. Adesso che si aspetta la decisione del TAR prevista per il sei di febbraio, la situazione attuale è caratterizzata dalla incertezza. Lascia perplessi l'atteggiamento ulivista, restìa ad accettare che i sei nuovi rappresentanti di Gubbio derivano dall'esito delle ultime elezioni comunali con una nuova e diversa maggioranza che ha proceduto alla nomina in coerenza alla nuova maggioranza, diversa dalla vecchia che gestiva l'ente montano. Ne deriva che attualmente alla Comunità Montana è possibile un'altra maggioranza o quanto meno una situazione di "stallo". Il precedente presidente Biancarelli non potrà più essere rieletto (non ci sono voti sufficienti per lui) ma resta in carica per "prorogatio", mentre D.S. e R.C. stanno lavorando a sciogliere i nodi che ostacolano un possibile dialogo.

Certo è che nella vicenda se ne vedranno ancora delle belle, alla faccia dei problemi della Comunità: quello che conta per il momento è la caccia alle poltrone.

 

Pro Tadino Prima pagina Edizioni Sommario