L'ECO Sport

 

N. 2 - 27 gennaio 2002

Pro Tadino Prima pagina Edizioni Sommario

Sport

CALCIO C2

14giorgini.jpg (13978 byte)E' nato a Giulianova

Barberini: "Decisiva la sconfitta con il S. Marino"

Classifica

Il Gualdo ha cambiato l'allenatore

Giorgini: "Ritrovare gli entusiasmi perduti"

di Riccardo Serroni

 


Ettore Donati non è più l'allenatore del Gualdo. Decisiva è stata l'ultima sconfitta casalinga contro il San Marino. Andati in vantaggio all'8' del sella ripresa con il solito Matteini, i biancorossi hanno ceduto di schianto di fronte ai veloci contropiedi dei sanmarinesi che hanno costretto prima Scarponi (22') e poi Luzi (42') a commettere due falli da rigore regolarmente trasformati da Lauria. E dire che nel primo tempo avevamo visto un ottimo Gualdo, con belle azioni da goal sfumate d'un soffio ed una traversa colpita da Spagnolli con un colpo di testa. Il Gualdo di Gubbio, insomma, una squadra coriacea e organizzata che era passata in vantaggio legittimandolo con il gioco. Poi il blak-out, la rimonta degli avversari (a Gubbio pareggio su calcio di punizione, a Gualdo sconfitta su due calci di rigore).

Subito dopo la partita con il San Marino la sostituzione di Donati era nell'aria. Il tecnico, nonostante fosse terminato il silenzio stampa, non si è presentato negli spogliatoi. Barberini invece ha preannunciato l'esonero: "Se avessi uin allenatore per le mani avrei già provveduto" ci ha detto ipotizzando anche un'ipotesi suggestiva: Pino Brescia nella doppia veste di allenatore giocatore.

Vista la disponibilità di Giorgini, però, non ci sono stati tentennamenti.

"Ho avuto inizialmente qualche riserva nell'accettare la C2 - ci ha detto nella sua prima conferenza stampa - Poi però ho pensato che in una società come il Gualdo si possono fare bei progetti e sono venuto con molto entusiasmo". Ha visto il Gualdo a Gubbio e contro il San Marino, fino al pareggio: "A Gubbio ha disputato una buona gara. Sicuramente qualche problema c'è e bisognerà apportare qualche correttivo". Il problema più grave è quello che abbiamo evidenziato un po' tutti: "Dobbiamo costruire una squadra un po' più compatta. Nelle partite che ho visto ho notato la difesa in grosse difficoltà. A volte questi problemi non dipendono dalla difesa in sé ma dal centrocampo che non fa un filtro adeguato". Cambierà anche il modulo, anche se cercherà di adattarlo alle caratteristiche dei giocatori che ha a disposizione: "Io generalmente gioco con quattro difensori, due centrali di centrocampo, due esterni con caratteristiche offensive, un trequartista ed un attaccante. A Gualdo, però, c'è Matteini che segna molto ma non è una prima punta e non è un trequartista. Quindi dovrò rivedere qualche cosa".

Obiettivi? "Tutto è ancora possibile. L'importante è crederci, sposare la causa e ritrovare l'entusiasmo perduto".

Necessità? "So che il Presidente Barberini non si tirerà indietro nel caso ci fosse qualche necessità". Verrà sfoltita sicuramente la rosa: "26-27 giocatori sono decisamente troppi". Partirà probabilmente un centrale difensivo (ce ne sono ben quattro per due posti) e verrà preso un difensore esterno.

Il primo impegno è già proibitivo, a San Benedetto del Tronto, a 20 Km da casa sua. Per lui è un derby: "Al di là di questo aspetto particolare - conclude - troveremo una squadra molto determinata. Ma noi già da domenica dovremo cercare di far vedere che abbiamo l'entusiasmo giusto per riemergere".

 

 

E' nato a Giulianova


14giorgini.jpg (13978 byte)Francesco Giorgini è nato a Giulianova il 5 marzo 1949. E' sposato con 3 figlie. Come giocatore la sua carriera si è consumata quasi tutta nel Giulianova (ad eccezione di due anni in B ad Arezzo). Come allenatore ha iniziato nelle giovanili del Giulianova (dove ha vinto due campionati). Poi ha peregrinato molto nel centro Italia tra Lanciano, Gubbio, Bisceglie, Pontedera, Ancona, Andria e Giulianova. Con i il Giulianova ha vinto un campionato di C2.

L'allenatore dei portieri Simoni è confermato. Con Giorgini arriverà un secondo, con le funzioni di preparatore atletico, il cui ingaggio, però, al momento in cui scriviamo, non è stato perfezionato.

 

 

Barberini: "Decisiva la sconfitta con il San Marino"


Lo ha confessato subito dopo la partita persa con il San Marino, la seconda consecutiva in casa: "Già dopo Bolzano avevo deciso di cambiare l'allenatore. Poi i miei collaboratori mi avevano invitato a soprassedere". La voglia è tornata prepotente dopo la partita persa in casa con il Rimini: "Avevo invitato Giorgini a vedere la partita a Gubbio - ricorda ancora Barberini - Poi il Gualdo ha disputato un buon incontro e ho lasciato Giorgini libero di accettare altre offerte". Il tecnico di Giulianova, però, domenica scorsa era a Gualdo e, prima dell'incontro, ha parlato una decina di minuti con il presidente. Visto il risultato finale è arrivata la decisione definitiva: "Mi aspettavo che tornassimo alla vittoria - ha spiegato Barberini - per guadagnare qualche posizione in classifica. Invece avete visto tutti come è andata. Ciò che mi stupisce di più è il fatto che per esplicita ammissione di Donati le sue squadre vengono fuori nel girone di ritorno. Invece ...".

Cosa si aspetta dal nuovo allenatore? "Giorgini è uno allenatore che conosce bene l'ambiente. Sta a lui riportare un po' di serenità. Domenica scorsa sono stato durissimo con i giocatori, coinvolgendo probabilmente anche chi non era responsabile. Perché non è vero che quando le cose non vanno bene la colpa è sempre e soltanto dell'allenatore. Con Donati abbiamo visto anche belle partite. Il nuovo tecnico dovrà restituire serenità e dovrà rimettere a posto ciò che non va".

R. S.

 

CLASSIFICA Serie C2 Girone B

SQUADRE

P G V N P V N P RF RS

Imolese

40 20 6 1 2 6 3 2 27 14

Rimini

38 20 6 3 1 5 2 3 24 15

Teramo

37 19 8 1 - 2 6 2 32 16

Sudtirol

36 20 5 2 3 3 4 1 28 19

Brescello

35 20 5 3 2 5 2 3 21 16

Gubbio

33 20 5 2 3 4 4 2 25 14

San Marino

29 20 3 5 2 4 3 3 15 16

GUALDO

27 20 3 5 3 3 4 2 30 20

Sanbenedettese

27 19 5 1 4 2 5 2 21 18

Mestre

27 20 6 2 2 2 1 7 19 19

Montichiari

24 20 4 3 3 2 3 5 18 18

Thiene

24 20 4 5 1 1 4 5 20 20

Mantova

22 20 2 4 4 2 6 2 14 14

Trento

20 20 4 4 2 1 1 8 16 29

Sassuolo

19 20 3 3 3 2 1 8 18 39

Faenza

15 20 2 3 6 1 3 5 12 27

Fiorenzuola

14 20 1 4 5 2 1 7 15 27

Poggese

14 20 1 5 4 1 3 6 20 34

GUALDO

SAN MARINO

1

2

 

 

 

 

 

GUALDO: Aiardi 6,5, Sconziano 6, Memè 6 (24' st Sandrin), Luzi 5, Scarponi 5,5, Gattari 5 (9' st Campese), Trotta 6 (28' st Innocenti), Balducci 5,5, Spagnolli 5, Martinetti 6,5, Matteini 6,5.

All.: Donati.

A disp.: Tajolini, Bellagamba, Cecconi, Recchi.

SAN MARINO: Fabbri 6, Tarini 6, Bendoni 6, Crippa 6, Piccioni (22' Batti 6), Carelli 6,5, Marchini 6,5 (32' st De Feudis), Macerata 6, Tedeschi 6, Maisto 6 (24' De Giorgio), Lauria 7.

All.: Azzali.

A disp.: Pomili, Madocci, Pasini, Martorella.

Arbitro: Bernardoni di Modena.

Reti: 13' st Matteini, 22' st Lauria su rigore, 42' st Lauria su rigore.

 

 

 

RISULTATI

Giornata n. 19

 

Giornata n. 20

 

 

Gubbio-Gualdo

1-1

Brescello-Mestre

1-0

Imolese-Poggese

4-1

Faenza-Gubbio

1-1

Mantova-Faenza

2-0

Fiorenzuola-Sassuolo

1-3

Mestre-Montichiari

2-1

Gualdo-San Marino

1-2

Rimini-Fiorenzuola

2-1

Montichiari-Sudtirol

1-1

Sanbened.-Brescello

1-2

Poggese-Sanbened.

1-1

Sassuolo-San Marino

1-0

Rimini-Imolese

0-1

Sudtirol-Trento

2-0

Teramo-Mantova

1-0

Thiene-Teramo

1-0

Trento-Thiene

1-0

PROSSIMI TURNI

Giornata n. 21

Giornata n. 22

Thiene-Brescello

Sudtirol-Rimini

San Marino-Faenza

Gualdo-Faenza

Sudtirol-Fiorenzuola

Teramo-Fiorenzuola

Sanbened.-Gualdo

Montichiari-Gubbio

Mantova-Montichiari

Brescello-Poggese

Gubbio-Poggese

Sanbened.-San Marino

Sassuolo-Rimini

Imolese-Sassuolo

Mestre-Teramo

Mantova-Thiene

Imolese-Trento

Mestre-Trento

Pro Tadino Prima pagina Edizioni Sommario