L'ECO del Serrasanta

 

N. 2 - 27 gennaio 2002

Pro Tadino Prima pagina Edizioni Sommario

Ambiente

 

Il canile comprensoriale

di Antonio Campioni


L'assessore alla Comunità Montana Virgilio Artedia sta lavorando alla realizzazione di un progetto che è molto importante. Il progetto riguarda la costruzione di un nuovo canile comprensoriale. Molti sono infatti i cani che, abbandonati, si sono inselvatichiti e sono diventati pericolosi. Spesso sia in montagna che nei boschi, sia in collina si può fare questo non piacevole incontro con cani che si riuniscono in gruppi e aggrediscono chiunque faccia il loro spiacevole incontro. Il canile comprensoriale sorgerà a Fontanelle di Gubbio (ubicazione tutt'altro comprensoriale) sulla strada che conduce a "Pontedassi" e la struttura, progettata dai tecnici della Comunità Montana, costerà circa 130 milioni di cui 105 della Comunità Montana, 10 milioni di Gubbio e Gualdo Tadino e degli altri comuni. Il canile prevede vari boxe di 7x2 con una cuccia all'interno e diverrà capace di ospitare almeno 40 cani, curati giornalmente da un custode e visitati dal medico della ALS. La Comunità Montana ha fatto questa scelta perché il fenomeno del randagismo è piuttosto ampio e non si poteva rimanere insensibili di fronte a questo fenomeno. I cani, ospiti nella struttura, potranno essere adottati e, qualora non ci fosse nessun tipo di adozione, essi verranno "sterilizzati" e poco dopo uccisi. Gli animalisti hanno già fatto sapere di non essere favorevoli a questa strategia e c'è da credere che potrebbero dar luogo a qualche eclatante iniziativa. In primavera, appena approvato il progetto, la Comunità Montana darebbe il via ai lavori di costruzione della struttura.

 

Pro Tadino Prima pagina Edizioni Sommario