L'ECO del Serrasanta

 

N. 21 - 4 novembre 2001

Pro Tadino Prima pagina Edizioni Sommario

Attualità

 

Interrogazioni di Polidoro


Due interrogazioni, l'una riguardante manifestazione de i Giochi de le Porte e l'altra il problema della derattizzazione nel centro storico sono state presentate dal Consigliere di minoranza Eriberto Polidoro: "Nel nr. 80 (ultimo) del mensile "UMBRIA REGIONE" Speciale Festivals - Luglio-Ottobre 2001, pubblicato dalla Regione Umbria - Direzione Politiche Territoriali e Ambiente, tra le varie manifestazioni estive-autunnali, che si svolgono in Umbria, viene riservata ampia descrizione a quelle di Gubbio ,Todi , Foligno, Città di Castello, San Giustino, Umbertide, Morra, San Gemini, Spoleto, Città della Pieve ecc. ecc..Gualdo Tadino, con i suoi Giochi de le Porte che fine ha fatto nella programmazione annuale regionale? Poichè non è la prima volta che l'istituzione regionale snobba la città di Gualdo Tadino e le sue manifestazioni, il sottoscritto chiede se ci sia un raccordo serio tra l'Amministrazione Comunale e l'Ente Regione, nonostante le ampie assicurazioni date anche in sede di Consiglio Comunale, quando tutti votaste a favore, tranne il sottoscritto, all'adesione del Comune di Gualdo Tadino all'Associazione dei Comuni in materia turistica.

Tra manifesti, riviste, pubblicazioni varie a soggetto turistico, che la Regione Umbria pubblica, Gualdo Tadino è costantemente ignorato, eppure per "l'Estate Gualdese" 2001 sono stati spesi circa 200 milioni, ma di questo in Regione non se ne è accorto nessuno, oppure non è stato reso partecipe. Pertanto il sottoscritto chiede alla SV come mai per l'ennesima volta Gualdo è stato dimenticato e se non ritiene opportuno rapportarsi in maniera diversa e di maggior collaborazione con la Regione Umbria".

"Il sottoscritto fa presente la spiacevole situazione accertata a Gualdo Tadino nell'area centro, in modo particolare Piazza Martiri e Piazza Marconi. In queste adiacenze dall'estate scorsa si è constatata, soprattutto nelle ore di minor frequentazione delle persone, una presenza fastidiosa di ratti di una certa dimensione. Negli ultimi giorni poi tali presenze si sono intensificate con grave pregiudizio per i passanti occasionali.

Poiché il problema riveste un aspetto igienico-sanitario di rilevante importanza, il sottoscritto chiede con la somma urgenza di voler predisporre un efficace piano di derattizzazione delle zone segnalate, anche se ritiene che altre aree, da segnalazioni ricevute, (vedi Biancospino e giardini pubblici) siano interessate al problema."

 

Pro Tadino Prima pagina Edizioni Sommario