L'ECO del Serrasanta

 

N. 17 - 9 settembre 2001

Pro Tadino Prima pagina Edizioni Sommario

Ceramica

 

Il lustro in piazza


A Gualdo Tadino operano 17 piccole aziende a conduzione familiare che producono la ceramica decorata a lustro con oro e rubino. Una tecnica che ci qualifica e ci caratterizza sul mercato mondiale. Ma le potenzialità della nostra produzione non sono sfruttate in percentuali rilevanti. Si potrebbe fare molto di più. Ecco dunque la necessità di farci conoscere maggiormente ed ecco l'idea della "Festa del lustro", una iniziativa attivata in collaborazione da dieci aziende locali e sostenuta dalla CNA (Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa): "Purtroppo ancora Gualdo Tadino non è conosciuta per quanto merita - ci spiega Mauro Mordenti, uno degli organizzatori della manifestazione - C'è bisogno quindi di promuovere iniziative per farci conoscere. Questo è il nostro problema principale. Abbiamo infatti visto che laddove siamo stati presenti, come nelle mostre a Milano, a Firenze ed in altri luoghi, la nostra produzione ha sempre avuto un successo grandissimo. I nostri stand sono i più visitati ed i nostri operatori portano a casa buone commesse. Ma quando ci chiedono di dove siamo e diciamo il nome di Gualdo Tadino nessuno sa dove si trovi".

La "Festa del lustro" , svoltasi nella nostra città il 25 ed il 26 agosto, è stata molto apprezzata. E' stata praticamente allestita in piazza una bottega del ceramista a cielo aperto. I gualdesi ed i turisti hanno avuto la possibilità di vedere all'opera gli operatori del settore per tutto il ciclo della lavorazione degli oggetti: dalla creazione al tornio, alla smaltatura, alla pittura, alla decorazione a lustro ed alla cottura. I pezzi realizzati in piazza sono stati venduti all'istante ed il ricavato è stato devoluto in beneficenza al Centro Sociale per anziani di Gualdo Tadino: "E' soltanto un primo esperimento - conclude Mauro Mordenti - che avrà un seguito nei prossimo anni. L'attività di promozione della nostra ceramica è infatti di fondamentale importanza. Per le nostre piccole aziende il mercato gualdese non è sufficiente". Pensate più ai mercati nazionali o a quelli internazionali? "Intanto cominciamo con quelli nazionali. Poi vedremo".

Una iniziativa interessante, dunque, che aggiunge un tassello significativo a quell'opera promozionale che fatica a decollare e che per aver successo pieno deve prevedere un'azione integrata fra tutte le componenti pubbliche e private che operano nella nostra città. L'operatività e lo spirito intraprendente dei privati è un buon segnale che va raccolto e deve fungere da propulsore.

 

Pro Tadino Prima pagina Edizioni Sommario