L'ECO del Serrasanta

 

N. 13 - 8 luglio 2001

  Pagina iniziale Edizioni Sommario

Solidarietà


Articoli correlati:

13-02-2000

Casa di riposo: venti di cambiamento

 

23-07-2000

Centro anziani - Castellani: "Rischiamo di chiudere"

 

03-09-2000

La difesa dell'esistente ed i progetti di sviluppo

 

14-01-2001

In attesa della RSA

 

28-01-2001

Villa Luzi: nuova destinazione

 

11-03-2001

Un nuovo sodalizio

 

08-04-2001

Non abbandoniamo gli anziani

POLITICHE SOCIALI

Un progetto per gli anziani

di Riccardo Serroni


"Il futuro non ha età": questa importante enunciazione di principio diventa un articolato progetto a favore degli anziani promosso dall'assessorato alle politiche sociali del comune di Gualdo Tadino. Il punto di partenza è stata un'analisi del territorio gualdese e della sua popolazione: "E' emerso che anche la popolazione gualdese sta invecchiando - ci spiega l'assistente sociale del comune Cristina Sabbatini - Nel '91 la popolazione oltre i 65 anni costituiva il 20,89%, oggi è al 24,12%, che corrisponde a 3500 persone". Il dato più rilevante dell'indagine è costituito dal numero degli anziani che vivono soli: "All'anagrafe ne risultano 1.700 - continua l'assistente sociale - Ma da un'analisi dettagliata risulta che molti, pur avendo uno stato di famiglia autonomo, vivono in compagnia dei figli. Quindi gli anziani che vivono soli sono 650". Un bel numero, comunque, che sottintende una serie di problematiche aperte che il comune cerca di focalizzare e risolvere: "Abbiamo scelto un campione di 40 anziani - aggiunge Cristina Sabbatini - al quale abbiamo somministrato dei questionari. Ancora non siamo in grado di quantificare totalmente le risposte, ma abbiamo già alcune utili indicazioni. C'è la necessità di attivare un osservatorio permanente per monitorare costantemente l'evolversi delle situazioni; occorre potenziare l'assistenza domiciliare già in atto; va attivato un numero telefonico al quale gli anziani possono rivolgersi per avere utili indicazioni sui servizi a loro destinati; è necessario creare una rete fra tutti i servizi esistenti sul territorio che si occupano degli anziani ".

Queste proposte sono state formalizzate in un convegno che si è tenuto a Gualdo Tadino venerdì 22 giugno (ore 16,00, Santa Chiara) con la partecipazione di numerosi tecnici ed esperti della materia.

Di particolare rilievo è stata la partecipazione di esperti come Renzo Scortegagna (docente Università di Padova), Annalisa Logo (medico geriatrico del Policlinico di Perugia), Anna Toni (responsabile tecnico servizi sociali Asl n°3), Daniela Ortolani (direzione generale Asl n° 3), Virgilio Castellani (presidente Centro Sociale Anziani), Maurizio Rosi (assessore regionale alla sanità).

Dopo il saluto del sindaco Rolando Pinacoli che ha ricordato come il comune intenda mantenere sempre desta l'attenzione verso gli anziani, l'assessore Paolo Campioni ha sottolineato la volontà dell'ente pubblico di consolidare i servizi già esistenti com il centro sociale per anziani che ha adeguato i propri standard residenziali per essere convertito in residenza protetta e residenza sanitaria assistita, l'assistenza domiciliare integrata, l'attività del servizio sociale, i trasporti ed il centro diurno presso la casa di riposo. L'assessore ha, però, in particolare centrato l'attenzione sull'obiettivo futuro che consiste nell'attivazione dei nuovi servizi che abbiamo prima ricordato.

Il presidente del Centro Sociale ha ricordato le difficoltà economiche del Centro e le difficoltà di coinvolgimento del mondo del volontariato.

L'assessore Maurizio Rosi, infine, ha ribadito la volontà della Regione di attivare entro il prossimo autunno il modulo RSA e residenza protetta presso la casa di riposo.

 

 

IL PROGETTO DELLA COOPERATIVA "SOPRA IL MURO"


Un bel progetto, nel frattempo, lo sta portando avanti la Cooperativa "Sopra il Muro". Gli anziani artigiani di Gualdo Tadino diventeranno i formatori di soggetti svantaggiati ai quali impareranno gli elementi essenziali dei mestieri tradizionali dell'ortocultura, giardinaggio, potatura, ceramica e pittura: "Un progetto che potrebbe creare dei posti di lavoro per i soggetti svantaggiati che vi partecipano" ha spiegato il presidente della cooperativa Giampaolo Tomassoli.

 

 

Grazie alle scuole


Il Comitato Fondo di Solidarietà per gli anziani che ha sede presso il Centro Sociale "Armando Baldassini" di Gualdo Tadino, ringrazia coloro che giovedì 7 giugno hanno organizzato il concerto presso il piazzale del centro sociale per anziani dove tutti gli studenti di Gualdo Tadino si sono esibiti nel concerto di fine anno con il Coro del Circolo Didattico, il Coro della Scuola Media Statale ed il Complesaso vocale strumentale delle Scuole Medie Superiori.

E' stato un momento importante per il centro gualdese e per questo il comitato ha foluto formalizzare il proprio ringraziamento alle scuole di ogni ordine e grado ed a tutti i ragazzi che hanno lavorato per la perfetta riuscita della manifestazione.

 

  Pagina iniziale Edizioni Sommario