L'ECO del Serrasanta

 

N. 13 - 8 luglio 2001

  Pagina iniziale Edizioni Sommario

Attualità

 

Il Centro di Volontariato Sociale


Lunedì 18 giugno, presso il Convento degli Zoccolanti, ha avuto luogo 1'Assemblea annuale del Centro di Volontariato Sociale di Gualdo Tadino, Fossato e Sigillo, per prendere visione delle attività svolte nel triennio trascorso e del bilancio consuntivo. Si è anche discusso sulle attività future, alla presenza della maggioranza dei volontari e di numerosi sacerdoti. La relazione ha rilevato come le segnalazioni e le richieste di assistenza di vario tipo a persone anziane sole e/o malate siano aumentate molto a fronte di una mancanza, in questo ultimo anno, di obiettori. E' stato evidenziato il supporto dell'Associazione Don Bosco per far fronte a situazioni gravi e che non si sarebbero potute soddisfare completamente anche. perché nel C.V.S. sono pochi i volontari uomini (venite, venite!).

Un altro servizio è quello della distribuzione dei viveri (Kg 17. 0I5 in tre anni), tramite la convenzione con la Fondazione Banco Alimentare ed il supporto dei volontari e degli Scouts (sono più di trenta le famiglie, italiane e non, che usufruiscono regolarmente di pacchi viveri oltre ai numerosi poveri di passaggio ai quali, spesso, viene fornito il biglietto di viaggio). E' stato inoltre effettuato il trasporto scolastico per due bambini handicappati (tramite il "fiorino" in possesso del C.V.S. per la generosità di tanti gualdesi), in convenzione con i Servizi Sociali del Comune di Gualdo Tadino.

Quando possibile, il C.V.S. collabora con tutti i servizi per un lavoro di rete che risponda meglio alle necessità comuni. Attualmente abbiamo dato volentieri la disponibilità per nuove richieste pervenute. Da notare che il "fiorino", tramite i volontari, è servito e serve per tantissime situazioni difficili compreso il trasporto di persone che hanno bisogno di effettuare terapie specifiche ospedaliere. Negli ultimi tre anni sono passate, attraverso l'ufficio del C.V.S., 550 persone con richieste e necessità molto varie. Tra l'altro, viene effettuato il servizio domanda - offerta di lavoro sia per stranieri che per italiani. Le richieste più numerose sono quelle femminili ed a molte di esse siamo riusciti a dare una risposta. Sono state date, sempre con volontari, consulenze professionali di vario tipo. Una attenzione particolare il C.V.S. e le Caritas Parrocchiali hanno avuto ed hanno per il Centro Anziani: nell'anno 2000 si è data assistenza per due mesi durante le ore dei pasti e dal febbraio 2001,volontari e persone disponibili vanno a tenere compagnia una volta alla settimana (Venite, venite!).

Fino al 2000 il C.V.S. ha organizzato corsi di Lingua Italiana per stranieri con la collaborazione della Coop, dei Servizi Sociali ma soprattutto con il lavoro di alcuni insegnanti che si sono impegnati volontariamente, anche per bambini e ragazzi in difficoltà.

Finché sono stati presenti, si è attuata la gestione ed il coordinamento degli obiettori. Ne attendiamo uno presto. Oltre a tutto quanto sopra ci sono state tantissime attività e interventi quotidiani difficili da raccontare e, a volte, difficili da risolvere, che sono stati affrontati man mano. La situazione finanziaria è attualmente soddisfacente sia per il supporto indispensabile dell'8°/00 sia per la generosità delle gente ,degli Enti, delle associazioni che o hanno dato contributi finanziari o hanno acquistato oggetti (Es.il congelatore offerto dal Rotary, le fotocopiatrice offerta dai Lions), sia per le attività che curano i volontari come gli "oggetti natalizi", la "pesca di beneficenza" per i Giochi de le Porte ed il "Fiore della Carità" per i primi di novembre.

Un momento particolare dell'assemblea è stato dedicato ad una attività che è in preparazione, cioè il Centro di Ascolto. Contrariamente al C.V. S. nel Centri di Ascolto non si risolvono problemi pratici. Dovrebbe essere un luogo di incontro, di accoglienza, dove chiunque si sente solo, emarginato, non capito o apprezzato potrà trovare una persona amica che lo accoglierà con un sorriso e che cercherà, con la propria disponibilità, di ridargli fiducia e di valorizzare le risorse che ognuno di noi possiede.Come si evince da quanto sopra il lavoro è tanto e tutti dovremmo sentirci impegnati: non è più il tempo della "delega", ognuno di noi può fare e dare moltissimo.

Il C.V.S. è aperto tutte le mettine dalle 09,30 alle 12, in via Santarelli n.6, per accogliere non solo chi ha bisogno ma anche persone di buona volontà che vogliano impiegare in modo costruttivo una minima parte del proprio tempo libero.

Marisa G.

 

  Pagina iniziale Edizioni Sommario