L'ECO Sport

 

N. 11 - 10 giugno 2001

  Pagina iniziale Edizioni Sommario

Sport

CALCIO C2

Pagliari no, Ranzani e Crespini sì

di Riccardo Serroni


14barber.jpg (4345 byte)Tra Giovanni Pagliari e il Gualdo è tutto finito. "Divorzio consenziente" è il termine giusto per definire la fine di questo rapporto:

Il presidente Barberini

"La trattativa per il rinnovo in realtà non è mai cominciata - ha detto Pagliari - Non c'era la convinzione necessaria da ambo le parti ed è meglio così. Ringrazio tutti, dalla società ai giocatori ai collaboratori perché, nonostante il risultato finale non sia stato dei migliori, a Gualdo sono stato benissimo ed ho creato degli ottimi rapporti. Auguro al Presidente ed a tutto il Gualdo le migliori fortune".

"Pagliari, almeno da quando sono arrivato io, ha lavorato benissimo - ha detto Roberto Ranzani - e queste mie considerazioni l'ho espresse a lui personalmente ed a tutta la squadra. Per mille motivi, però, si è deciso di cambiare ed ora siamo alla ricerca di un nuovo allenatore". Indiscrezioni sui nomi non ce ne sono, ma l'identikit tracciato da Ranzani è preciso: "Gualdo è una piazza particolare - spiega - dove non esistono molte pressioni dall'ambiente. Occorre quindi un allenatore che abbia molto carattere e molta voglia di mettersi in evidenza. Le soluzioni possono essere due: un allenatore giovane che abbia voglia di sfondare e mettersi in evidenza oppure un allenatore in cerca di riscatto".

I discorsi sulla rosa della squadra vengono naturalmente rimandati tutti ad un periodo successivo, quando sarà stato risolto il problema della conduzione tecnica: "Per l'acquisto dei giocatori non c'è fretta - spiega Ranzani - Non siamo in serie A dove c'è la necessità di muoversi in fretta. A questi livelli i giocatori che ci occorrono li possiamo trovare anche muovendoci con calma".

Tutto chiaro, o quasi, invece per la struttura dirigenziale. Il pressing del Presidente Barberini su Roberto Ranzani per costringerlo a restare è andato a buon fine, anche se con qualche distinguo: "Per ora andiamo avanti così, io continuerò a svolgere le funzioni di consulente del Presidente, come in passato. Fra una mesata decideremo definitivamente". Dietro questa incertezza c'è la possibilità per Ranzani di qualche incarico di maggior prestigio in società superiori e di fronte ad una prospettiva del genere l'ex Dsw del Perugia è molto tentato.

Resta anche Claudio Crespini, il Ds, che aveva sollevato qualche dubbio: "Se andiamo avanti come in passato - aveva detto al termine del campionato - e se quindi io continuerò ad occuparmi di mercato non ci sono problemi di convivenza. Altrimenti vediamo". Il chiarimento con Barberini e con lo stesso Ranzani c'è stato ed il DS di tanti successi continuerà ad operare per il Gualdo anche nella prossima stagione.

 

  Pagina iniziale Edizioni Sommario