L'ECO di Nocera Umbra

 

N. 11 - 10 giugno 2001

  Pagina iniziale Edizioni Sommario

Nocera Umbra

Insediato il nuovo consiglio comunale

di Carlo Barsotti


13petruzzi.jpg (10293 byte)Con i vari adempimenti di rito si è insediato a Nocera Umbra il Consiglio Comunale eletto lo scorso 13 maggio. Dopo l'esame delle condizioni di candidabilità, eleggibilità e di compatibilità degli eletti, del giuramento del sindaco e della presa d'atto della nomina dei componenti della Giunta, il sindaco Antonio Petruzzi ha presentato le linee programmatiche relative alle azioni ed ai progetti da realizzare nel corso del suo mandato.

Ribadito che la sua maggioranza ha presentato agli elettori un programma in linee generali che individua problemi e propone soluzioni e sottolineato che Nocera è stata una città ben governata ed ha un bilancio comunale in pareggio, ha precisato "Noi siamo qui per lavorare, ed anche per confrontarci con l'opposizione con serietà ed equilibrio nell'interesse di tutti i cittadini".

Petruzzi ha manifestato la volontà che, appena il Governo nazionale sarà nel pieno delle funzioni, di chiedere al presidente Berlusconi un significativo "aggiornamento delle normative sulla ricostruzione che tenga conto delle peculiarità del "caso Nocera" e che preveda maggiori poteri al Comune, la possibilità di organizzare, in funzione della ricostruzione, una struttura degli uffici adeguata alle esigenze di accelerazione delle procedure, e migliorare la qualità degli interventi".

"Le linee generali del nostro programma - ha sottolineato - tengono conto di un metodo che già abbiamo adottato in questi quattro anni: la centralità del cittadino rispetto all'azione comunale e degli organi democraticamente eletti. Il cittadino va considerato come soggetto e non come oggetto della politica, protagonista informato e responsabile della vita comunitaria, libero di esprimere senza problemi le sue idee. Le scelte e l'azione dell'Amministrazione si baseranno su criteri di efficienza, efficacia, tempestività e trasparenza al fine di garantire la realizzazione degli obiettivi prefissati. Il primo di questi obiettivi sarà il completamento della ricostruzione in questo mandato, consentendo il rientro di tutte le famiglie nelle proprie abitazioni. Durante questa legislatura i progetti della ricostruzione saranno coordinati con la programmazione della rinascita e dello sviluppo di Nocera. Occorrerà, inoltre, riorganizzare gli uffici comunali al fine di migliorare ulteriormente l'efficienza". Altro tema fondamentale del programma del sindaco riguarda il riassetto del territorio. "L'adozione della variante generale al Piano Regolatore costituirà l'occasione per una approfondita analisi della realtà territoriale e demografica e traccerà le linee di un nuovo sviluppo compatibile con le risorse presenti nel nostro ambiente. Bisogna fare in modo che da una vicenda drammatica e negativa come il terremoto possano derivare effetti positivi di crescita e di sviluppo". Altro punto toccato dall'intervento del sindaco riguarda il Centro Storico. Petruzzi ha precisato che è in fase di completamento la progettazione degli interventi sulle linee guida approvate dal Consiglio Comunale. "Avremo così un centro storico rivitalizzato: non solo ritorneranno a viverci i residenti, ma dovranno essere programmate attività di carattere culturale, sociale ed artigianale che esaltino le potenzialità di questo prestigioso contenitore". Attenzione particolare ai centri storici ed alle frazioni, dove la ricostruzione è già avviata, che dovranno essere ricostruiti secondo indirizzi tecnici e politici che rispettino la peculiarità del territorio ed il pregio ambientale, storico ed archeologico. Per quanto riguarda i servizi socio sanitari ha precisato che saranno completati e sviluppati. Dopo l'apertura dei due reparti del nuovo centro di salute inizieranno tra poco i lavori per gli altri due padiglioni e per quanto riguarda gli anziani sarà costruita in prossimità del distretto sanitario la nuova casa di riposo. Attenzione particolare anche ai giovani, alla famiglia, alla scuola ed alle manifestazioni sportive e culturali. "Un altro obiettivo della nuova Amministrazione sarà quello di rilanciare e sviluppare le attività produttive ed il turismo."

Entro il 2001 saranno definite le aree da destinare ad insediamenti produttivi, artigianali e commerciali, dotandole delle infrastrutture necessarie per una adeguata e funzionale fruibilità. Tale scelta avverrà di concerto con le associazioni di categoria. Saranno attivati canali di finanziamento comunale e sviluppati quelli regionali, nazionali ed europei, per incentivare l'imprenditoria locale ed in particolare quella giovanile. E' già pronto per essere discusso in Consiglio Comunale il nuovo Piano per il commercio, che ha visto un'ampia partecipazione degli operatori di categoria, e che terrà conto delle nuove e mutate esigenze del territorio a seguito degli eventi sismici". Per rilanciare il turismo occorre innanzitutto valorizzare e salvaguardare l'ambiente naturale che rappresenta la più importante ricchezza del territorio nocerino. "Sarà ridefinita una strategia complessiva per il Centro Termale delle Centino e saranno attivati progetti di itinerari, visite e riscoperta dei nostri luoghi ricchi di testimonianze del passato". L'idea del sindaco è quella di realizzare per Nocera una sorta di albergo-diffuso, sfruttando il patrimonio edilizio, migliorato e potenziato, dopo che la ricostruzione sarà ultimata. Infine il sindaco ha rivolto a tutti consiglieri un appello affinché "si operi nell'interesse della collettività attraverso una civile dialettica delle forze di maggioranza e di opposizione che lo compongono, perché lo straordinario momento che stiamo vivendi richiede a tutti un impegno di alto profilo istituzionale". Nel breve dibattito seguito all'intervento del sindaco sono intervenuti per la minoranza i consiglieri Teodoro Armillei, Donatello Tinti e Valter Ruggiti. Armillei ha auspicato che dalle parole di "un lavoro comune per il bene della città seguano i fatti" e che la ricostruzione e lo sviluppo vadano di pari passo, dicendosi contrario alle rivendicazioni di leggi speciali per Nocera perché si corre il rischio di frenare ulteriormente la ricostruzione ed ha chiesto che si dia subito corso alla variante al PRG necessaria per lo sviluppo del territorio. Il diessino Donatello Tinti ha ricordato che "l'opposizione svolgerà il proprio ruolo di vigilanza e di controllo quotidiano sugli atti comunali perché crediamo che una forte opposizione possa essere di stimolo alla maggioranza che governa la nostra città". Egli ha chiesto per il Centro Storico una forte politica ed ha ribadito la necessità di un'ampia discussione per dare alla parte più antica di Nocera un futuro certo. Anche Valter Ruggiti ha ricordato che l'opposizione "farà il suo lavoro di dire ciò che pensa" e cercherà di essere capace di rappresentare tutti i cittadini di Nocera anche "quelli che non ci hanno votato". Durante la riunione del Consiglio i due gruppi consiliari hanno nominato i rispettivi capigruppo: per la lista di maggioranza "Progetto Nocera" il consigliere Alberto Scattolini e per quella di minoranza "Patto per Nocera" il consigliere Teodoro Armillei.

 

 

La nuova giunta

di Carlo Barsotti


Dopo l'annuncio dei nomi degli assessori fatto durante la festa organizzata per la vittoria elettorale della lista " Progetto Nocera", il sindaco riconfermato Antonio Petruzzi ha comunicato le deleghe assegnate ai singoli assessori.

Ecco la giunta:

  • Antonio Petruzzi, sindaco di Nocera Umbra

  • Graziella Caparvi, vice sindaco con delega ai finanziamenti comunitari, bilancio, tributi e sviluppo economico

  • David Bianchini, assessore con delega alla ricostruzione post-sisma relativamente al comparto della edilizia privata e dell'edilizia economico-popolare

  • Marcello Bucci, assessore con delega alle politiche sociali, artigianato, commercio, scuole, cultura, sanità, sport, promozione turistica, rapporti con le associazioni

  • Sandro Picchiarelli, assessore con delega all'assetto del territorio, ambiente ed urbanistica, compresa la variante generale al PGR, espropri, commissioni edilizia, strutture di accoglienza delle imprese per la ricostruzione, personale

  • Valter Scassellati, assessore con delega alla ricostruzione post-sisma, relativamente al comparto delle opere pubbliche appaltate ed in corso di esecuzione, gestione dei campi alloggi alternativi

  • Mariano Tiburzi, assessore con delega alle gestione dei lavori in economia, manutenzioni, patrimonio comunale, controllo gestione servizi in appalto (acquedotti, smaltimento RSU), smaltimento e riciclaggio macerie.

 

  Pagina iniziale Edizioni Sommario