L'ECO del Serrasanta

 

N. 11 - 10 giugno 2001

  Pagina iniziale Edizioni Sommario

Associazioni

 

I Lions e l’eremo del Beato Angelo


06eremo.jpg (17223 byte)

Come accade ogni anno i Lions di Gualdo Tadino hanno voluto testimoniare tangibilmente la loro fede verso il santo patrono della città compiendo un gesto che permetterà ad altri fedeli di visitare quel luogo, dove Angelo visse in preghiera per trentacinque anni, senza incorrere nel pericolo di essere attaccati da qualche serpe che aveva trovato nell’erba alta un comodo rifugio.

Parlo della ripulitura da sterpi, rovi, erba, rifiuti di ogni genere, dell’eremo che custodisce anche gli affreschi di Matteo da Gualdo, compiuto domenica 20 maggio 2001.

Armati di falcetti, pale, forconi, rastrelli, falciatrici a filo, la squadra capeggiata dal presidente Enrico Amoni si è ritrovata alle prime luci dell’alba presso quel luogo di culto dove gli improvvisati operai hanno dato inizio ai lavori.

Carlo Farneti, Paolo Forconi, Costantino Matarazzi, Daniele Amoni, Paolo Scatena, Massimiliano Rondelli, Raffaele Fabbrizi, Osvaldo Pigliapoco, Sante Lispi, coadiuvati da Giampaolo Rondelli e Mario Paciotti, del Gruppo "Sorgente" di Protezione Civile, hanno portato a termine la missione intorno alle ore 12 con spirito di grande fede e abnegazione togliendosi per qualche ora i panni dei professionisti per indossare quelli degli umili operai.

Resta l’amarezza di fondo: quel luogo che il Lions Club di Gualdo Tadino-Nocera Umbra ha provveduto a restaurare negli anni passati investendo una cospicua somma (circa 20 milioni) resta purtroppo in stato di abbandono, quasi dimenticato dai fedeli e dal clero.

Nemmeno il giorno della festa del patrono (15 gennaio), vi si celebra la SS. Messa contribuendo ancora di più a dare l’impressione di abbandono.

Se il beato Angelo fosse stato originario di Gubbio quell’eremo sarebbe stato meta continua di pellegrini e di conseguenza, quale luogo di rispetto e di immensa devozione, ben tenuto e curato da parte dei fedeli e della pubblica amministrazione.

Probabilmente nei prossimi mesi il Lions Club provvederà ad una sistemazione dell’esterno con la speranza che i soliti vandali che girano nella notte non vanifichino tanti sacrifici e, soprattutto, tante risorse che le associazioni di volontariato investono a favore di tutta la comunità.

 

LIONS CLUB

Alvaro Bellucci nuovo presidente


L’Assemblea ordinaria dei Soci del Lions Club di Gualdo Tadino-Nocera Umbra ha provveduto al rinnovo delle cariche per l’anno 2001-2002.

Sono risultati eletti:

Presidente: Alvaro Bellucci

1° Vice: Paolo Forconi

2° Vice: Nicola Boccolini

Past-Presidente: Enrico Amoni

Segretario: Pierluigi Coldagelli

Tesoriere: Gianni Tega

Cerimoniere: Costantino Matarazzi

Censore: Sante Lispi

Consiglieri: Nicola Boccolini, Claudio Brunetti, Guido Pennoni, Franco Salvia, Angelo Spigarelli

Presidente Comitato Programmi: Massimiliano Rondelli

Addetto Stampa: Daniele Amoni

Collegio Dei Revisori Dei Conti:

Presidente: Osvaldo Pigliapoco

Membri: Laura Mattielli - Paolo Scatena

Comitato Accettazione Soci:

Presidente: Daria Grilli

Vice Presidente: Carlo Farneti

Membro: Enrico Amoni

  Pagina iniziale Edizioni Sommario