L'ECO del Serrasanta

 

N. 9 - 6 maggio 2001

  Pagina iniziale Edizioni Sommario

Primo piano

PROGETTO CERAMICA DOC

Dal 2 maggio a Roma


Un'azione congiunta del Ministero dell'Industria e dell'Artigianato, dell'Istituto Guglielmo Tagliacarne, del Consiglio Nazionale Ceramico e dell'Associazione Italiana Città della Ceramica, ha coinvolto 28 comuni, 20 province, 13 regioni e 32 musei per una iniziativa che farà convergere a Roma circa 600 opere ceramiche sia storiche che contemporanee. La ceramica umbra avrà un ruolo di primaria importanza con i centri di più antica tradizione come Gualdo Tadino (che per il progetto "marchio" ha stanziato 25 milioni) e Deruta. L'esposizione delle opere si terrà dal 2 maggio al 3 giugno presso il Complesso di San Salvatore in Lauro, Pio Sodalizio dei Piceni. L'inaugurazione della mostra verrà preceduta dal convegno sul tema "La tutela dell'artigianato ceramico artistico e tradizionale".

Di fronte alla forte concorrenza dei paesi emergenti l'unica arma di difesa per i produttori di ceramica è la qualità del prodotto e la valorizzazione del marchio "ceramica artistica e tradizionale" ne costituisce un elemento essenziale.

 

  Pagina iniziale Edizioni Sommario