Comuni

L'Eco di Nocera Umbra

Conferito il Premio "Lama" al Sindaco Antonio Petruzzi

La notizia del conferimento del "PREMIO LAMA" 1999 al Sindaco di Nocera Umbra, Antonio Petruzzi, è motivo di grande soddisfazione per tutta l'Amministrazione Comunale e la Città di Nocera Umbra.

Il " Premio Lama" che nasce dalla volontà dell'Amministrazione Comunale di Amelia, della quale città Luciano Lama è stato amato Sindaco, intende ricordare nel tempo un personaggio che, in virtù delle sue qualità umane e morali, è andato ben al di là di un preciso schieramento politico, ponendosi come figura garante di ogni cittadino, operando sempre nell'interesse generale della Città, rispondendo così alla forte esigenza diffusa nell'opinione pubblica che rivendicava da tempo il "sindaco dei cittadini". Il fatto che la manifestazione si propone di premiare ogni anno il Sindaco che più di altri si è distinto nell'azione amministrativa, per il Sindaco di Nocera Umbra assume anche il valore di un grande riconoscimento per l'immenso lavoro svolto nelle varie fasi dell'emergenza sismica. La cerimonia di premiazione si è tenuta al Teatro Sociale di Amelia sabato 25 settembre alle ore 17,30. Oltre alla famiglia Lama, rappresentata direttamente dalla Signora Lora, erano presenti numerose autorità civili, militari e religiose ed ha presenziato alla manifestazione anche il Ministro per gli Affari Regionali Katia Belillo. Da sottolineare l'adesione al Premio della Presidenza della Repubblica, con il patrocinio del Senato, del Consiglio Regionale, della Giunta Regionale e della Provincia di Terni.

Il Sindaco Petruzzi, in merito al premio conferitogli ha dichiarato "E' un riconoscimento per me imprevisto, ma altamente gratificante. La commissione del "Premio Lama" ha inteso premiare l'impegno profuso da questa Amministrazione comunale nell'affrontare il dopo sisma, guardando soltanto l'esclusivo interesse dei cittadini. Questo riconoscimento, ha concluso il sindaco, rappresenta una testimonianza di solidarietà nei confronti del territorio più duramente colpito dal terremoto".

Non sfugge all'occhio dell'osservatore il rilevante spessore ed il valore morale di questo riconoscimento, che fa giustizia delle speculazioni e delle accuse pesanti ed ingiuste che nei momenti topici dell'emergenza sismica sono stati rovesciati sull'Amministrazione Comunale e sulla persona del Sindaco impegnati in prima persona e nei quali spesso non si è esitato a travalicare il limite della sobria polemica politica.

L'Eco - p. 16 - 10 ottobre 1999

Pagina iniziale

Edizioni

Sommario