Comuni

L'Eco di Nocera Umbra

Piove sul bagnato

Gli effetti del movimento tellurico, che ha sconvolto due anni or sono il sottosuolo nocerino non accennano ad attenuarsi, sia pure con il trascorrere dei mesi; mentre si č appena avviata l’opera di ricostruzione, nella quale sono impegnate le Istituzioni, ironia della sorte, nella cittā delle acque sta infatti prendendo consistenza una nuova emergenza, quella idrica determinata dai movimenti sotterranei che hanno comportato o una deviazione o un abbassamento della falda acquifera.

Il fenomeno si era giā manifestato all’indomani del terremoto con una situazione di emergenza nella sorgente di Santa Croce che riforniva la frazione di Casaluna, e nella frazioni di Acciano per cui da qualche mese sopperisce l’Amministrazione Comunale attraverso un rifornimento con autocisterne; si č aggiunto negli ultimi giorni il prosciugamento delle sorgenti storiche "Del Cacciatore" e del "Centino" per le quali la cittā aveva predisposto programmi di rilancio del turismo termale e che pertanto dovranno essere rivisti e ridimensionati, se il fenomeno non dovesse normalizzarsi a breve con il passare del tempo. E’ proprio il caso di dire che... piove sul bagnato!

 

Il convegno dell’EBRAU

Presso la tensostruttura comunale sabato 2 ottobre si č svolto con pieno successo il convegno organizzato dall’EBRAU (Ente Bilaterale Regionale Artigianato Umbro) sul tema "La solidarietā sostiene la ripresa – Concreta azione degli artigiani e dei lavoratori del sistema bilaterale per la difesa delle attivitā e per la difesa dell’occupazione nelle zone terremotate". Fra gli intervenuti il Presidente ed il Vice presidente dell’Ebrau Claudio Carini e Luigi Bori, quello dell’assessore Federico Di Bartolo e quelli di alcuni artigiani che hanno portato la testimonianza diretta dell’azione svolta dall’organismo nel momento dell’emergenza con interventi complessivi per l’importo di 2 miliardi e 740 milioni di lire.

L'Eco - p. 16 - 10 ottobre 1999

Pagina iniziale

Edizioni

Sommario