Cerca nel sito

San Pellegrino

 

 

San Pellegrino(m. 490 sul L.M.) è  frazione del Comune di Gualdo Tadino da cui dista circa 5 km.

Conta una popolazione di 400 abitanti.

Le sue origini storiche si possono suddividere in tre periodi:

l        III° sec. A.C. - 995 D.C. La località aveva la denominazione di “Castro Contranense”. Denominazione, probabilmente, di origine latina. Quando i Romani, attraverso la strada Flaminia, che scorreva a poche centinaia di metri dall'attuale frazione, si dirigevano verso il Nord per le loro conquiste, lasciavano delle retroguardie o degli inabili per sorgegliare le terre conquistate.

l        995-998 Con la venuta e l'occupazione di Ottone III, all'antico Castro Contranense venne assegnato il nome di “Borgo Contranense” in onore del conquistatore germanico (Burg, termine tedesco).

l        1004 ad oggi. La frazione prende il nome di “San Pellegrino” in onore del santo pellegrino che vi trovò la morte nella sera del 30 aprile 1004.

http://www.sterzetto.it/

Le Chiese di San Pellegrino scrigni d'arte

 Anteprima

 

 Anteprima

 

 

 

 La Chiesa parrocchiale, dedicata al santo Pellegrino, ha subito diverse vicende strutturali. La forma attuale nelle sue strutture portanti, risale al 1809.

Al suo interno si possono ammirare:

Affreschi: vanno dal primo trentennio del 1300 alla fine del 1600, attribuiti a diversi autori, tra i quali Matteo da Gualdo, Girolamo di Matteo, maestro di Fossato, Merlini di Perugia, Giottesco di Santa Chiara, Anonimo camerte.

Pale: Pentastico di Gerolamo di Giovanni da Camerino (1465); Trittico di Gerolamo di Matteo da Gualdo (1510-1515)

Tele: Madonna del Monte Carmelo di Francesco Appiani (1740-1750); Crocefisso di Avanzino Nucci (1570); San Giovanni Battista di Francesco Allegrini (seconda metà del Seicento); San Giovanni Battista di Francesco Giammarchi (1799)

Sculture: Ciborio(tabernacolo) di Michelangelo Lucesole (1521); Madonna delle Grazie di Michelangelo Lucesole (1520-1530)

L'eco del Serrasanta