Cerca nel sito

L'esito del 38

 I vincitori

È definita la griglia dei vincitori del XXXVIII° Concorso Internazionale della Ceramica di Gualdo Tadino.La Giuria presieduta dalla Prof.ssa Carla Subrizi, docente di Storia dell’Arte contemporanea presso l’Università “La Sapienza” di Roma e composta dal Prof. Francesco Galluzzi, docente di Estetica presso l’AABB di Palermo, la Dott.ssa Giordana Benazzi, storica dell’arte, il Dott. Luciano Lepri critico d’arte, il Sig. Giuseppe Biagiotti, esperto di tecnologia ceramica ed alla presenza del Prof. Mauro Mancini, Capo Progetto della Triennale per la Pro Tadino, l’Architetto Nello Teodori, curatore scientifico della Triennale della Ceramica e la Sig.ra Paola Moriconi, presidente dell’Associazione Turistica Pro Tadino, ha decretato, dopo un’attenta analisi dei 94 progetti presentati dai 67 concorrenti, che i vincitori fossero:

CHIARA  CAMONI, 34 anni, di Saravezza in prov. Di Lucca, che presenta l’opera “UN TAVOLO, UNA SEDIA, UN LIBRO” l’opera sarà realizzata presso la Tagina Ceramiche D’arte. 

VINCENZO RUSCIANO, 35 anni, di Napoli, che presenta un’opera composta da tre solidi a forma di casa. Nell’idea dell’artista: le case sono icone che spesso appaiono nel suo lavoro e le cui caratteristiche (semplici,quasi anonime) costituiscono un richiamo a certa edilizia popolare che in questa opera rinasce nella vivacità e nella preziosità dei colori ceramici.L’opera sarà realizzata presso la Tagina Ceramiche D’arte. 

ANGELO RICCIARDI, 55 anni, di Torre Annunziata, che presenta l’opera “PILATO’S GAME” (il gioco di Pilato, si presenta come un riquadro contenente nove – uguali nelle dimensioni ma differenti nei colori – quadrati.L’opera sarà realizzata presso la Tagina Ceramiche D’arte. 

VERBALE DELLA COMMISSIONE GIUDICATRICE DELLA XXXVIII^ EDIZIONE DEL CONCORSO INTERNAZIONALE DELLA CERAMICA D’ARTE 

Oggi, 19 dicembre 2008, alle ore 10,30, presso i locali della Scuola Media “F. Storelli”  di Gualdo Tadino, designata dall’Associazione Pro Tadino, si è riunita la Commissione giudicatrice della XXXVIII^ edizione del Concorso Internazionale della ceramica d’arte.Sono presenti i seguenti componenti:Prof.ssa Carla Subrizi, docente di Storia dell’Arte contemporanea presso l’Università “La Sapienza” di Roma, presidente;Prof.  Francesco Galluzzi, docente di Estetica presso l’AABB di Palermo, membro; Dott.ssa Giordana Benazzi, storica dell’arte, membro;Dott Luciano Lepri, critico d’arte. membro;Il prof. Matteo Chini, assente per ragioni di salute, viene sostituito Sig. Giuseppe Biagiotti (Esperto di tecnologia ceramica) membro.Funge da segretario verbalizzante il Prof. Mauro Mancini (Capo progetto per la Pro Tadino della Triennale della ceramica).Sono presenti inoltre, come consulenti tecnici senza diritto di voto, l’Arch. Nello Teodori (Curatore scientifico della Triennale della ceramica) e il Sig.ra Paola Moriconi (Presidente della Pro Tadino) La presidente Carla Subrizi dà lettura del bando di concorso; quindi la commissione esamina i 94 progetti presentati dai 67 concorrenti.Dopo una attenta analisi, la Commissione, seleziona 7 progetti,  rispettivamente di:

Vincenzo Rusciano

Chiara Camoni

Angelo Ricciardi

Paolo Fabiani

Massimo Arzilli

Andrea Massaioli

Silvia Zanchetta

Si riserva di dichiarare i tre vincitori del Concorso entro il 7 gennaio 2000 .

In base al materiale pervenuto si ritiene che un’opera abbia le caratteristiche per essere collocata  in Piazza Mazzini e propone di collocare le altre due opere vincitrici in ambiti diversi della città

La Giuria 

Il 19 dicembre si riunisce la giuria

Anteprima

Un'opera vincitrice in una delle 38 edizioni passate.

Il 38° Concorso Internazionale della ceramica (Prima triennale) di Gualdo Tadino entra nel vivo. Il 19 dicembre alle 10,30 presso i locali della Scuola Media Franco Storelli, si riunirà la commissione giudicatrice che sceglierà, a suo insindacabile giudizio, i tre progetti vincitori; i progetti saranno a disposizione della giuria sotto forma di disegni progettuali, rendering con misure di riferimento, modelli, il tutto collegato da una scheda tecnica. Parteciperanno ai lavori della Commissione, senza diritto di voto, la Presidente dell’Associazione Pro Tadino Paola Moriconi, il curatore scientifico arch. Nello Teodori, l’esperto in tecnologia della ceramica signor Giuseppe Biagiotti.La giuria è costituita dai seguenti membri:

Carla Subrizi (Presidente) Docente di Storia dell’Arte Contemporanea dell’ Università “La Sapienza” di Roma e componente del Comitato Scientifico della rassegna.

Giordana Benazzi. Ha operato come storica dell’Arte presso la Soprintendenza BAPPSAE dell’Umbria per circa trent’anni progettando e dirigendo numerosi restauri .

Matteo Chini docente di Accademia  e critico d’arte. Specializzato in arte contemporanea a Parigi e Bologna, collabora regolarmente con numerose riviste.

Francesco Galluzzi docente di Accademia e critico d’arte. Specializzato in arte e cinema, collabora regolarmente con numerose riviste.

Luciano Lepri poeta, scrittore, saggista e critico d'arte e letterario. Come critico d’arte è presente nei più importanti annuari nazionali e internazionali d’arte.   

 

 

 Oltre 60 artisti partecipanti

Ha preso avvio ufficialmente la "Triennale della ceramica". Oltre 60 artisti, provenienti in grandissima parte dall'Italia (ma ci sono presenze anche da Giappone, Albania, Egitto), hanno aderito alla 38^ edizione del concorso internazionale della ceramica bandito dalla Pro Tadino in collaborazione con il Comune, la Regione, il Ministero dell'economia, l'Associazione nazionale città della ceramica e col sostegno della Fondazione della Cassa di risparmio di Perugia, di Banca Etruria ed altri enti. Hanno inviato bozzetti o progetti cartacei che verranno esaminati venerdì 19 dicembre: la commissione giudicatrice ne sceglierà 3, che saranno dichiarati vincitori; gli artisti premiati verranno invitati a Gualdo Tadino per realizzare la propria opera all'interno di aziende del luogo; a primavera le tre opere vincitrici verranno collocate nella nuovissima piazza Mazzini, diventando elementi di arredo urbano e testimonianza d'arte contemporanea open space; tutti gli altri progetti e bozzetti verranno esposti in mostra nella monumentale chiesa di San Francesco. La giuria, ai cui lavori partecipano senza diritto di voto anche la Presidente della Pro Tadino, Paola Moriconi, il curatore scientifico Nello Teodori, l'esperto in tecnologia della ceramica Giuseppe Biagiotti, è formata dalla presidente Carla Subrizi, docente di arte contemporanea all'Università "la Sapienza" di Roma e da Francesco Galluzzi, docente di Estetica presso la facoltà di Architettura dell'Università di Firenze, da Matteo Chini, docente di Teoria della percezione all'Accademia di Bari e di Estetica all'Accademia di Ravenna, Giordana Benazzi, saggista e già storica dell'arte presso la Soprintendenza ai beni culturali dell'Umbria ed ora responsabile dell'ordinamento del Museo capitolare diocesano di Foligno, e Luciano Lepri, giornalista, affermato critico d'arte e curatore di mostre.In parallelo è stata già attivata anche la sezione della qualificazioneproduttiva: 10 designers sono operativi presso i laboratori di alcune aziende del territorio gualdese, con lo scopo di creare prospettive nuove alle produzioni in ceramica.Anche la terza sezione della Triennale, chiamata "un'opera per la città", che ha il sostegno diretto di Tagina ceramiche d'arte, è avviata: l'artista Bruna Esposito, nome di primo piano nell'arte contemporanea, pluripremiata a livello internazionale, realizzerà a Gualdo Tadino un'opera in ceramica che verrà collocata in un monumento cittadino. 

 

 

TRIENNALE DELLA CERAMICA D’ARTE CONTEMPORANEA  DI  GUALDO TADINO 2009

Conferenza stampa:  mercoledì 19 novembre 2008 - ore 15.00 

La Prima Edizione della Triennale della Ceramica  d’Arte Contemporanea di Gualdo Tadino è il nuovo progetto che dal 2009 si propone di continuare la oramai storica presenza della Regione Umbria nello sviluppo della produzione artistica e culturale della ceramica.  Arte, design, pratiche legate alle manifatture, spazio pubblico saranno le componenti che interagiranno all’interno della manifestazione, che si pone, come ampia e significativa piattaforma di confronto intorno a uno dei punti cruciali di specificità artistica e culturale della Regione ma anche italiana: la ceramica.   La manifestazione proseguirà  dunque l’attività che dal 1959 era stata svolta  dal Concorso Internazionale della Ceramica d’Arte. Il Concorso ha costituito negli anni un punto di riferimento culturale fondamentale per il territorio e anche una occasione  di confronto per la  sperimentazione e la ricerca sulle tecniche, la pratica e  la produzione della ceramica, sia a livello nazionale che internazionale. La Conferenza stampa della Triennale della Ceramica  d’Arte Contemporanea avrà luogo il 19 novembre alle ore 15 presso la Sala Consiliare del Comune di Gualdo Tadino. Interverranno  il Sindaco di Gualdo Tadino Angelo Scassellati, l’Assessore allo Sviluppo Economico Gilberto Garofoli,   Paola Moriconi, Presidente dell’Associazione Pro Tadino e i curatori scientifici della Triennale Carla Subrizi, Docente di Storia dell’Arte Contemporanea dell’ Università “La Sapienza” di Roma e Nello Teodori, artista. La Triennale, che si inaugurerà al pubblico nella primavera  del  2009, nasce  da un progetto dell’Associazione Pro Tadino, in collaborazione con il Comune di Gualdo Tadino, la Regione dell’Umbria  e il Ministero dello Sviluppo Economico. L’evento è inoltre stato reso possibile grazie al sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, della Banca Etruria, dell’Associazione Città della Ceramica e della Tagina Ceramiche d'Arte. La manifestazione  ha avuto inoltre il patrocinio della Camera Di Commercio di Perugia. L’edizione 2009 della Triennale  prevede  un’articolazione in tre progetti: il XXXVIII Concorso internazionale della ceramica d’arte contemporanea  il cui Bando (pubblicato in www.protadino.it) è rivolto a artisti per la realizzazione di opere da inserire nello spazio pubblico; il  Progetto speciale, per il quale un artista di chiara fama sarà invitato a realizzare un’opera d’arte in ceramica da collocare, anch’essa,  in uno spazio pubblico della città; una sezione indirizzata alla Qualificazione produttiva, all’interno della quale  saranno  alcuni designers, a progettare,  per aziende attive sul territorio, che hanno aderito all’iniziativa, oggetti di diverse tipologie da inserire nel circuito commerciale.  La Triennale della Ceramica d’Arte Contemporanea, si propone dunque come un importante appuntamento che, in un territorio caratterizzato da una storica esperienza nel  lavoro della ceramica, intende  continuare nell’opera di valorizzazione di questo aspetto  culturale oramai consolidato, cercando un dialogo sempre più efficace con il design e l’arte contemporanea, nelle forme e pratiche che la ricerca  più recente sta attuando.   In questo senso la manifestazione costituisce un forte segnale culturale, che si pone in un contesto nazionale e internazionale  assai attivo, negli ultimi anni, nella ricerca di interazioni  significative tra le specificità territoriali  e le ricerche più innovative a livello internazionale. Questo dialogo, sia all’interno del territorio sia su un piano  internazionale, costituisce dunque il punto centrale del progetto con il quale, dal prossimo anno,   la Triennale della Ceramica d’Arte Contemporanea di Gualdo Tadino, intende rivolgersi allo spazio pubblico, agli abitanti, alle aziende e manifatture, agli artigiani ancora  attivi nella regione, ma anche alla sperimentazione e alla ricerca che nel mondo stanno caratterizzando  l’uso della ceramica. Il dialogo tra ceramica, arte e design resta dunque non semplicemente la possibilità di far incontrare attitudini e ricerche differenti. E’ la proposta di  nuove forme di collaborazione, in funzione di progetti di ricerca, sempre  più sostanzialmente inseriti nella città,  rivolti alla gente che vive e abita il territorio ma anche alla sperimentazione di tecniche e premesse concettuali per la ceramica d’arte nel XXI secolo.  

 

 

AnteprimaOrganizzata la 38a edizione del Concorso

La Pro Tadino ha predisposto il progetto per la 38a edizione del Concorso Internazionale della Ceramica. Sono previste tre sezioni: artistica, progetto speciale e qualificazione produttiva. Una apposita commissione presieduta da Mauro Mancini ha già predisposto il relativo bando e sono state acquisite risorse importanti.

Gli artisti che vorranno partecipare possono scaricare il bando pubblicato su questo sito.