Cerca nel sito

Pro Tadino

Sezione Generale Associazione Turistica Protadino.

18 novembre- Premiazione Concorso Letterario

 

Proclamati i vincitori del Premio Rocca Flea 2017

Sabato 18 novembre, presso il Museo civico Rocca Flea di Gualdo Tadino, si è svolto l’evento conclusivo del concorso letterario nazionale per opere di narrativa organizzato dall’Associazione Turistica Pro Tadino in collaborazione con l’Accademia dei Romiti, con il patrocinio della Regione Umbria e del Comune di Gualdo Tadino.

Quest’anno "Il piacere della libertà" è stato l’argomento affrontato dai concorrenti.

La rassegna si è oramai radicata e continua a suscitare un buon interesse dimostrato dal fatto che i partecipanti provengono da quasi tutte  le regioni italiane: Lazio, Toscana, Marche, Umbria, Emilia-Romagna, Liguria, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige, Piemonte, Campania, Calabria, Basilicata e Sicilia.

La crescita e il successo del Premio Rocca Flea, oramai divenuto di respiro nazionale, si deve soprattutto alla sinergia tra le due associazioni gualdesi e al sostegno di partner e sponsor che credono in tale rassegna culturale: il Rotary club di Gualdo Tadino, la Banca di Credito Cooperativo di Spello e Bettona, la Cimarredi srl, la Euroforn srl,  la Siri Spa, l’hotel-risotrante GG8,  il Lucky Shop.

Di fondamentale importanza è il lavoro della commissione giudicatrice composta quest’anno dal presidente di giuria Prof. Antonio Pieretti, Giuseppe Zois, Giacomo Marinelli Andreoli, Ennio Trinelli e Gianni Paoletti.

All’evento di premiazione sono intervenuti il sindaco della città Massimiliano Presciutti, il presidente della Pro Tadino Luciano Meccoli, il rettore dell’Accademia dei Romiti Pierluigi Gioia e il presidente di giuria Antonio Pieretti.

Successivamente sono stati proclamati i finalisti che hanno ricevuto un attestato e il libro “Il piacere della libertà”, pubblicazione che raccoglie le tredici opere di narrativa selezionate.

Di particolare rilevanza sono stati i momenti dedicati alle letture dei testi tratte dai racconti dei vincitori ad opera di Marco Panfili accompagnato dalla suggestiva musica del violoncellista Mauro Businelli e del chitarrista Alessandro Zucchetti.

Di seguito i nomi degli autori finalisti e i relativi racconti:

Paolo Borsoni, Afronte alta; Gloria Cirocchi, Settembre; Francesco Farabi, Finalmente liberi; Gerardo Giordanelli, Due sorelle; Antonio Giordano, Amaretto; Anna Pasquini, Portati via; Claudia Granatelli, Un pomeriggio d’estate, in piazza, a Firenze (sezione under 25); Federica Meccoli, Eleuteria (sezione under 25); Laura Zanella, Nel cammino dell’illusione (sezione under 25).

Di seguito i vincitori:

Primo premio: Claudio Ferrata (PG), Amara libertà.

Secondo premio: Giovanni Rosa (RG), Mezzanotte in libertà

Terzo premio: Vanes Ferlini (BO), Tre uomini in fuga

Premio Giovane scrittore: Elisa Ciofini (BO), Un cuore a scacchi

Tutti i vincitori hanno ricevuto in premio delle preziose opere in ceramica, realizzate appositamente per l’evento dalla bottega artigiana La Vecchia Gualdo, dipinte dal maestro Sergio Donnini e un coupon per soggiornare a Gualdo Tadino e visitare gratuitamente la mostra “Seduzione e potere, la donna nell’arte tra Guido Cagnacci e Tiepolo”, curata da Vittorio Sgarbi.

 

 

 

 

I premiati del Concorso Ceramica

 

 

Assegnati i premi della 39° edizione della Mostra  Concorso della Ceramica città di Gualdo Tadino. Sul podio Taiwan, Svezia e Italia. L’edizione più partecipata dal 1959, data della sua nascita.

Innanzi ad una platea gremita, si è svolta l’attesa premiazione della 39° Edizione del Concorso Internazionale della Ceramica d’Arte, promosso dal Comune di Gualdo Tadino, dall’Associazione Turistica Pro Tadino e dal Polo Museale, a cura di Rolando Giovannini. Dopo otto lunghi anni di interruzione, la città di Gualdo Tadino, rinomata in tutto il mondo per la sua ceramica, torna ad essere protagonista della scena internazionale con l’edizione più partecipata dal 1959, anno del suo inizio. A presenziare l’evento e la consegna dei premi il primo cittadino Massimiliano Presciutti, il Presidente dell’Associazione Pro Tadino, il curatore Rolando Giovannini, lo storico dell'arte e Presidente della giuria Enzo Biffi Gentili e Catia Monacelli, Direttore del Polo Museale. Un’atmosfera calda e partecipata che ha conquistato letteralmente i presenti, con la consegna di diversi riconoscimenti di merito e premi, fino a svelare i vincitori. Il Sindaco Massimiliano Presciutti ha ricordato nel suo appassionato intervento che “dopo vari anni di pausa l’Amministrazione ha deciso di rilanciare questo evento internazionale, impegnandosi con un concreto sostegno economico. Il confronto presso la Rocca Flea di opere provenienti da decine di nazioni di quattro continenti, realizzate da artisti che esprimono esperienze di avanguardia e tecniche innovative nell’arte ceramica, ha l’obbiettivo di sostenere il rilancio e la valorizzazione di tutto il comparto che vede nel territorio la presenza di aziende e botteghe artigianali che producono oggetti  d’uso, complementi di arredo e piastrelle da rivestimento”.  Si tratta infatti di una competizione fra artisti, poetiche e tecniche nota in tutto il mondo per longevità (1959) e per le prestigiose presenze che negli anni hanno contribuito a dare lustro, tra i quali ricordiamo Aligi Sassu, Viljo Makinnen, Edgardo Abbozzo, Angelo Biancini, Vlastimil Kvetensky, Edouard Chapallaz, Otto Eckert, Guido Gambone, Salvatore Meli, Mario Rossello, Carlo Zauli. Ha sottolineato invece Luciano Meccoli, Presidende della Pro Tadino, “ Il tema L’acqua meraviglia della Terra, è di straordinaria attualità, il pianeta terra è blu, perché è prevalente l’acqua. L’acqua è simbolo di vita, rivelazione dei principi all’origine della esistenza dell’uomo e per questo l’uomo ne fa emergere un sistema di valori simbolici per la rappresentazione della realtà. L’ampia partecipazione (253 artisti da 39 nazioni) e l’originalità dei concept dimostrano una scelta del tema molto felice”.
Gli artisti e scultori sono stati selezionati dalla Giuria nei Finalisti per la “Honorable Mention”, nei Vincitori dell’International Golden (Silver, Bronze) Prize, nel premio singolo Giurato “Jury’s Choice” e altri di ambito disciplinare.  Giovani e Maestri si sono misurati regalando emozioni, gioco, sorpresa, artificio e concept profondi. Tutte le opere selezionate, 133, sono esposte nella Rocca Flea e pubblicate nel Catalogo 2017. È previsto un Premio del Pubblico nonché un Convegno Internazionale di “MezzaMostra” in Novembre 2017.
Prima di annunciare i premiati, il Sindaco Massimiliano Presciutti ha voluto concludere con queste parole: “è solo coniugando tradizione e cultura, innovazione ed eccellenza che la ceramica continuerà a costituire un elemento significativo della realtà sociale ed economica della Città di Gualdo Tadino. Il ritorno di questo Concorso ci da nuova speranza e linfa, il mondo ci osserva e noi invitiamo tutti gli esperti e gli appassionati a  scoprire questa bellissima mostra”.

Vincono la 39° edizione quattro grandi artisti che si sono distinti per le loro pregevolissime opere sia dal punto di vista tecnico, sia dal punto di vista della profondità messaggi che ne scaturiscono: al primo posto Yu Cheng Chung, da Taiwan, con un’opera composta di una figura perfetta e di un veemente vigoroso sollevarsi in vibrante porcellana, che esprime giocosa il senso della vitalità, dell’energia, del compiacimento nell’essenziale connubio tra l’acqua e l’uomo; al secondo posto il lituano - svedese Kurklietis Valdas con un’opera di minimale pittoricità, che rappresenta misteriosamente l’esplorazione di quella parte di acqua a noi non nota, suggerendo un mondo nuovo ed inaspettato tale da cambiare la comprensione del pianeta. Al terzo posto pari merito, due giovani artisti italiani: Paolo Polloniato, artefice di un’opera in linea con il contemporaneo dell’arte, in essenziale tinta bianca e con spirito marcatamente figurativo, è un inno alla vita rappresento dalle figure in posa scenica, vita che si genera grazie all’acqua e Serena Zanardi, con un progetto artistico che trae origine dalla citazione di una antica fotografia rintracciata per caso dal rigattiere. La giovane fa il bagno in una piscinella raccolta fra le quattro gambe di un tavolino in legno capovolto.

Oltre ai vincitori del Concorso sono stati assegnati ulteriori riconoscimenti, mentre tutti e 133 artisti Finalisti hanno acquisito ai sensi del Bando la “Honorable Mention”.

Premio/Prize Targa d’Oro: ShozoMichikawa (Giappone), GracielaOlio (Argentina), HanibalSalvaro (Croazia); Premio/Prize Targa Argento”: Yoshinori Akazawa (Giappone), Nabanita Sen Alias Madhur (India), Viorica Bocioc (Romania), Sayuki Ikake (Giappone), Burcu Karabey (Turchia), Xue Li (Cina), C.A. Traen (USA), Carles Vives (Spagna), Zhao Xin (Cina), Lise Jégat Zambelli (Francia), Mirco Garavini, Guglielmo Martyn, Enea Mazzotti, Rita Miranda, Lisa Nocentini, Paolo Porelli (Italia). Premio Prima Partecipazione: Anderaos Barbara (Brasile), Usha Garodia (India), XochiltX Lezama (Costarica), Puig Marcelino (Portorico), Sudhikam Pim (Thailandia). “Ceramica e Territorio” Città di Gualdo Tadino: Monica Bozzi, Carosati Gurashi, Paolo Gubinelli/Danilo Passeri, Stefano Zenobi. “Citazione di Merito”: Illy Plaka (Albania/Italia), Lucia Angeloni (Italia), Luciana Bertorelli (Italia), Cinzia Lega (Italia).

 

 

 

 

29 agosto- Lucrezia Borgia (Talia 21,15)

 

"LUCREZIA - LA FIGLIA DEL PAPA BORGIA”, questo il CONCERTO SPETTACOLO DI MUSICA ANTICA DELL'ENSEMBLE MICROLOGUS con LETTURE DELL'ATTRICE MELANIA GIGLIO che andrà in scena Martedì 29 Agosto presso il Teatro Talìa di Gualdo Tadino alle ore 21.15.

Patrizia Bovi, esperta di musica antica, con l'ensemble Medusa ripercorreranno la vita  di Lucrezia Borgia, narrata attraverso la tradizione dei cantari quattrocenteschi.

Un’impresa tesa a ridisegnare il quadro storico che la vide protagonista e a rendere giustizia alla non felice fama di questa l’emblematica e straordinaria figura donna, affascinante e misteriosa, che i secoli hanno descritto non senza importanti contraddizioni.

Teatro Talìa.

 

Lo spettacolo è uno degli appuntamenti volti a celebrare il Quarantennale de “I Giochi de le Porte”, attraverso una conoscenza più approfondita ed ampia del periodo storico di riferimento della festa.

Privilegiare la cultura attraverso spettacoli di varia natura, questo l’obiettivo dell’Ente Giochi e del Direttore artistico del Quarantennale Daniele Gelsi.

 

“ I festeggiamenti del quarantennale continuano alla grande. La serata evento di Martedì rientra alla perfezione nel programma che l’Ente Giochi ha predisposto per l’anno in corso - dice il Presidente  dell’Ente Giochi Paolo Campioni - Infatti, ci eravamo posti l’obiettivo di avvicinare alla tre giorni di fine settembre, alternando momenti di festa popolare a momenti di grande impatto culturale. Ringrazio il direttore artistico Daniele Gelsi che ha voluto arricchire il quarantennale con questa vera chicca. Invito tutti a partecipare, affermando ancora che il meglio deve ancora venire.”

 

“Un altro appuntamento di qualità ci attende. Un ulteriore antipasto di ciò che sarà per i Gualdesi il mese di Settembre”, queste le parole del Gonfaloniere Roberto Cambiotti, che continua: “Un altro momento che, unito all’inizio delle rassegne e dimostrazioni degli asini, contribuisce a  creare quel clima settembrino che a Gualdo Tadino ha un sapore tutto particolare. Avevamo detto nella presentazione del nostro programma a Primavera inoltrata che sarebbe stata un escalation di eventi di assoluta qualità, tesi a celebrare 40 anni di Giochi e che sarebbero culminati in una tre giorni di Palio indimenticabili, attraverso anche una sostanziale operazione di marketing e promozione di esclusivo livello. Stiamo tenendo fede a tutto ciò che avevamo in mente di realizzare”, conclude il Gonfaloniere che nette l’accento sull’eccezionale lavoro di squadra e di collaborazione di tanti e tanti portaioli, quest’anno più che mai pronti e ricettivi a tradurre in solida realtà le linee guida dettate dall’Ufficio di Presidenza e a loro Cambiotti rivolge un caloroso ringraziamento.

 

“E' un onore e un piacere per me tornare ancora a recitare a Gualdo Tadino. Adoro il Teatro Talia e spero di poter contribuire ad una sua rigogliosa rinascita”, dice l’attrice Melania Giglio

 

Una serata all’insegna della storia e della cultura, uno spettacolo di musica e teatro dove sarà impossibile non emozionarsi.

 

 

 

Info e prevendite 340/3936389 - Prezzo per biglietto Intero 10 euro - Studenti 5 euro

I premiati del Concorso Ceramica

 

 

Assegnati i premi della 39° edizione della Mostra  Concorso della Ceramica città di Gualdo Tadino. Sul podio Taiwan, Svezia e Italia. L’edizione più partecipata dal 1959, data della sua nascita.

Innanzi ad una platea gremita, si è svolta l’attesa premiazione della 39° Edizione del Concorso Internazionale della Ceramica d’Arte, promosso dal Comune di Gualdo Tadino, dall’Associazione Turistica Pro Tadino e dal Polo Museale, a cura di Rolando Giovannini. Dopo otto lunghi anni di interruzione, la città di Gualdo Tadino, rinomata in tutto il mondo per la sua ceramica, torna ad essere protagonista della scena internazionale con l’edizione più partecipata dal 1959, anno del suo inizio. A presenziare l’evento e la consegna dei premi il primo cittadino Massimiliano Presciutti, il Presidente dell’Associazione Pro Tadino, il curatore Rolando Giovannini, lo storico dell'arte e Presidente della giuria Enzo Biffi Gentili e Catia Monacelli, Direttore del Polo Museale. Un’atmosfera calda e partecipata che ha conquistato letteralmente i presenti, con la consegna di diversi riconoscimenti di merito e premi, fino a svelare i vincitori. Il Sindaco Massimiliano Presciutti ha ricordato nel suo appassionato intervento che “dopo vari anni di pausa l’Amministrazione ha deciso di rilanciare questo evento internazionale, impegnandosi con un concreto sostegno economico. Il confronto presso la Rocca Flea di opere provenienti da decine di nazioni di quattro continenti, realizzate da artisti che esprimono esperienze di avanguardia e tecniche innovative nell’arte ceramica, ha l’obbiettivo di sostenere il rilancio e la valorizzazione di tutto il comparto che vede nel territorio la presenza di aziende e botteghe artigianali che producono oggetti  d’uso, complementi di arredo e piastrelle da rivestimento”.  Si tratta infatti di una competizione fra artisti, poetiche e tecniche nota in tutto il mondo per longevità (1959) e per le prestigiose presenze che negli anni hanno contribuito a dare lustro, tra i quali ricordiamo Aligi Sassu, Viljo Makinnen, Edgardo Abbozzo, Angelo Biancini, Vlastimil Kvetensky, Edouard Chapallaz, Otto Eckert, Guido Gambone, Salvatore Meli, Mario Rossello, Carlo Zauli. Ha sottolineato invece Luciano Meccoli, Presidende della Pro Tadino, “ Il tema L’acqua meraviglia della Terra, è di straordinaria attualità, il pianeta terra è blu, perché è prevalente l’acqua. L’acqua è simbolo di vita, rivelazione dei principi all’origine della esistenza dell’uomo e per questo l’uomo ne fa emergere un sistema di valori simbolici per la rappresentazione della realtà. L’ampia partecipazione (253 artisti da 39 nazioni) e l’originalità dei concept dimostrano una scelta del tema molto felice”.
Gli artisti e scultori sono stati selezionati dalla Giuria nei Finalisti per la “Honorable Mention”, nei Vincitori dell’International Golden (Silver, Bronze) Prize, nel premio singolo Giurato “Jury’s Choice” e altri di ambito disciplinare.  Giovani e Maestri si sono misurati regalando emozioni, gioco, sorpresa, artificio e concept profondi. Tutte le opere selezionate, 133, sono esposte nella Rocca Flea e pubblicate nel Catalogo 2017. È previsto un Premio del Pubblico nonché un Convegno Internazionale di “MezzaMostra” in Novembre 2017.
Prima di annunciare i premiati, il Sindaco Massimiliano Presciutti ha voluto concludere con queste parole: “è solo coniugando tradizione e cultura, innovazione ed eccellenza che la ceramica continuerà a costituire un elemento significativo della realtà sociale ed economica della Città di Gualdo Tadino. Il ritorno di questo Concorso ci da nuova speranza e linfa, il mondo ci osserva e noi invitiamo tutti gli esperti e gli appassionati a  scoprire questa bellissima mostra”.

Vincono la 39° edizione quattro grandi artisti che si sono distinti per le loro pregevolissime opere sia dal punto di vista tecnico, sia dal punto di vista della profondità messaggi che ne scaturiscono: al primo posto Yu Cheng Chung, da Taiwan, con un’opera composta di una figura perfetta e di un veemente vigoroso sollevarsi in vibrante porcellana, che esprime giocosa il senso della vitalità, dell’energia, del compiacimento nell’essenziale connubio tra l’acqua e l’uomo; al secondo posto il lituano - svedese Kurklietis Valdas con un’opera di minimale pittoricità, che rappresenta misteriosamente l’esplorazione di quella parte di acqua a noi non nota, suggerendo un mondo nuovo ed inaspettato tale da cambiare la comprensione del pianeta. Al terzo posto pari merito, due giovani artisti italiani: Paolo Polloniato, artefice di un’opera in linea con il contemporaneo dell’arte, in essenziale tinta bianca e con spirito marcatamente figurativo, è un inno alla vita rappresento dalle figure in posa scenica, vita che si genera grazie all’acqua e Serena Zanardi, con un progetto artistico che trae origine dalla citazione di una antica fotografia rintracciata per caso dal rigattiere. La giovane fa il bagno in una piscinella raccolta fra le quattro gambe di un tavolino in legno capovolto.

Oltre ai vincitori del Concorso sono stati assegnati ulteriori riconoscimenti, mentre tutti e 133 artisti Finalisti hanno acquisito ai sensi del Bando la “Honorable Mention”.

Premio/Prize Targa d’Oro: ShozoMichikawa (Giappone), GracielaOlio (Argentina), HanibalSalvaro (Croazia); Premio/Prize Targa Argento”: Yoshinori Akazawa (Giappone), Nabanita Sen Alias Madhur (India), Viorica Bocioc (Romania), Sayuki Ikake (Giappone), Burcu Karabey (Turchia), Xue Li (Cina), C.A. Traen (USA), Carles Vives (Spagna), Zhao Xin (Cina), Lise Jégat Zambelli (Francia), Mirco Garavini, Guglielmo Martyn, Enea Mazzotti, Rita Miranda, Lisa Nocentini, Paolo Porelli (Italia). Premio Prima Partecipazione: Anderaos Barbara (Brasile), Usha Garodia (India), XochiltX Lezama (Costarica), Puig Marcelino (Portorico), Sudhikam Pim (Thailandia). “Ceramica e Territorio” Città di Gualdo Tadino: Monica Bozzi, Carosati Gurashi, Paolo Gubinelli/Danilo Passeri, Stefano Zenobi. “Citazione di Merito”: Illy Plaka (Albania/Italia), Lucia Angeloni (Italia), Luciana Bertorelli (Italia), Cinzia Lega (Italia).

 

 

 


FB_IMG_1504388528496.jpg

 

FB_IMG_1504388519479.jpg

 

20170902_182553.jpg

 

20170902_164448.jpg

26 agosto- La poesia di Rita Sommaco (Rocca Flea ore 17,00)

SPECCHI ROTTI ALLA ROCCA FLEA

La poesia di Rita Sommaco

 

Sabato 26 Agosto alle ore 17.00, alla Rocca Flea presso la sala della città, Rita Sommaco presenterà il suo libro di poesie "Chi ha osato rompere gli specchi", pubblicato dalla Editrice Totem, con la prefazione di Gianfranco Cotronei. L'evento, patrocinato dal Comune di Gualdo Tadino, vedrà la partecipazione dell'attore Giuliano Enrico Bellini che darà voce alla poesia.

Il libro obbedisce a una proposta suggestiva, a un'immagine in cui lei che scrive si riflette e chiama a raccolta le voci della poesia laddove la versificazione è una filigrana, una doratura continua, un rinvio all'espressione a volte furtiva e anche ironica che ci rivela la trama di un'arte che il tempo non può spegnere e a cui la vita non rinuncia.

Al termine della manifestazione è prevista una conviviale.

 

Sottocategorie

Concorso Letterario Rocca Flea

 

 

Si comunica che la giuria della settima edizione del Premio Rocca Flea ha concluso i lavori di valutazione dei racconti pervenuti.
A breve verranno fornite notizie più dettagliate.
                                                
 
                                                             La segreteria del premio Rocca Flea