Cerca nel sito

×

Avviso

Folder doesn't exist or doesn't contain any images

Comunicato concorso

In primo piano

La premiazione

Con una bella cornice di pubblico presente si è celebrata sabato pomeriggio, presso la sala della città della Rocca Flea, la premiazione della VI edizione del Concorso Letterario Rocca Flea riservato ai racconti. Erano presenti quasi tutti gli autori dei racconti finalisti e segnalati (assenti giustificati quelli residenti nelle località più lontane).  La cerimonia, presentata da Giancarlo Pascolini, direttore di Radio Tadino, è stata resa ancor più gradevole dalla lettura di alcuni brani dei racconti vincitori ad opera di Marco Panfili, Priscilla Benedetti e Chiara Acacia accompagnati alla chitarra da Paolo Ruiz. L’assessore alla cultura Simona Vitali ha elogiato l’iniziativa della Pro Tadino e dell’Accademia dei Romiti sottolineando, in modo particolare, la vitalità del presidente della Pro Tadino Luciano Meccoli, promotore di numerose iniziative molto importanti per la promozione della città e delle sue eccellenze.

Luciano Meccoli e Pierluigi Gioia (Rettore dell’Accademia dei Romiti) hanno ringraziato gli autori dei 42 racconti partecipanti e gli sponsor che hanno permesso la realizzazione del Concorso a cominciare dal Rotary Club (presente con il presidente Ermanno Rosi), la BBC (Banca di Credito Cooperativo di Spello e Bettona), l’Euroforn, il Lucki Shop, il Borgo Sant’Angelo e la Siri spa. Ringraziamenti, infine, per la giuria qualificata presieduta dal prof. Antonio Pieretti (e composta dal prof. Pasquale Tuscano, dalle prof.sse Elisa Amadori e Tullia Maggini e da Valerio Anderlini, dir. Del Nuovo Serrasanta) e dalla giuria degli studenti del Liceo Casimiri coordinati dalla prof.ssa Maria Dorotea Materazzi e costituita dagli studenti Maria Carlotti, Samuele Tozzi, Michela Temperelli, Simona Vantaggi, Annalisa Panunzi e Chiara Ippoliti).

Nel corso della premiazione è stato anche distribuito il volume delle opere premiate, finaliste e segnalate con la copertina realizzata da Maurilio Pecci.

Il tema del Concorso era “Il borgo natìo”. Il prof. Antonio Pieretti, nella sua introduzione al volume e nel suo breve intervento nel corso della premiazione, ha sottolineato come oggi il borgo “non è tanto una realtà fisica, quanto una dimensione dello spirito. Evoca infatti episodi, eventi, ma ancor più sentimenti, emozioni, nostalgie, rimpianti”. E gli autori hanno descritto “un borgo più immaginario che reale, più ricostruito che descritto, più percepito con il cuore che con la ragione. Ma proprio per questo più affascinante”.

Il primo premio è stato assegnato al racconto “Campane silenti” di Vanes Ferlini (Imola); il secondo è andato al racconto “La piccola sedia” di Angela Lonardo (Avellino); il terzo a “Via Pignattara nr 18” di Claudio Ferrata di Assisi. Ai vincitori è stato assegnato un piatto in ceramica opera del maestro ceramista Stefano Zenobi, una targa ricordo ed una copia del volume. Agli autori finalisti e segnalati è andata una copia del volume ed un attestato di partecipazione al concorso.

 

Nei prossimi giorni verrà reso noto il tema (deciso anche sulla base dei suggerimenti degli autori partecipanti alla premiazione) della VII Edizione del Concorso che si terrà nel 2014. 

___________________________________________________________________________________________________________

Sabato 16 novembre, a partire dalle ore 16,00, si concluderà l’ultimo atto della VI edizione del Concorso Letterario Rocca Flea (riservato ai racconti) organizzato dalla Pro Tadino e dall’Accademia dei Romiti. Presso la sala della città della Rocca Flea, infatti, verranno premiati i vincitori, i finalisti e le opere segnalate e verrà distribuito il volume che raccoglie le opere prescelte.

Il tema del concorso era “Borgo natio”. La commissione era costituita dai professori universitari Pasquale Tuscano ed Antonio Pieretti, dalle professoresse Tullia Maggini e Barbara Amadori e da Valerio Anderlini, direttore de “Il Nuovo Serrasanta”. La Commissione ha individuato una  rosa delle otto opere finaliste. Questi racconti sono stati sottoposti al giudizio di una seconda giuria composta da sei alunni volontari dell’Istituto d’Istruzione superiore “Raffaele Casimiri” coordinati dalla prof.ssa Maria Dorotea Materazzi. La commissione dei giovani ha formulato una graduatoria degli otto racconti ed i risultati sono stati nuovamente presi in esame dalla Commissione, che ha ufficialmente decretato, in base alle indicazioni fornite, le tre opere vincitrici fra le otto finaliste. 

Il vincitore è il racconto “Campane silenziose” di Vanes Ferlini (Imola); al secondo posto si è classificata Angela Leonardo (Avellino) con il racconto “La piccola sedia”. Il terzo posto è umbro con Claudio Ferrata (Assisi) che ha scritto il racconto “Via Pignattara 18”.

Complessivamente sono stati presentati 40 racconti da scrittori provenienti da 9 regioni diverse (Marche, Toscana, Umbria, Sicilia, Lombardia, Emilia Romagna, Lazio e Campania) e la commissione giudicatrice ha ritenuto di buona qualità gran parte delle opere presentate, tanto che il numero dei racconti pubblicati è superiore a quello previsto.

I finalisti sono i racconti di Francesco Farabi (Gualdo Tadino), Paolo Pergolari (Castiglion del Lago), Marco Gubbini (Gualdo Tadino), Valeria Ananstasi (Gualdo Tadino), Marina Marzetti (Calcinelli di Saltara); segnalate sono state le opere di Maria Marini (Gualdo Tadino), Bruna Franceschini (Brescia), Mauro Dimichelangelo (Gualdo Tadino), Franco Luigi Buselli (Bologna), Paolo Carlo Canepa (Roma), Giovanni Coglitore (Catania).

Il successo del Concorso ha indotto gli organizzatori a proseguire questa esperienza anche per il futuro.  Il tema del prossimo finale. 

concorso non è ancora stato scelto. Gli organizzatori si sono presi un po’ di tempo perché è loro intenzione recepire anche qualche proposta che potrebbe provenire dai partecipanti alla premiazione 

GualdOlio: festa dell’olio nuovo

Domenica 3 novembre prende il via la prima edizione di “GualdOlio: festa dell’olio nuovo”, un evento organizzato dalla Pro Tadino in collaborazione

con il Comune e la Pro Rigali.

“E’ una scommessa- l’ha definita il presidente della Pro Tadino Luciano Meccoli- Abbiamo voluto riunire gli operatori economici e non in un unico progetto. Un altro passo in avanti per esportare il territorio con le sue tipicità”. Mentre Giuseppe Pompei, assessore allo sviluppo economico, sottolinea come l’obiettivo finale è quello di creare un consorzio per un marchio DECO.
La manifestazione si articola in diversi appuntamenti fino a domenica 30 novembre.

3 novembre

Taverna San Benedetto Ore 9,30 - Apertura della manifestazione alla presenza del sindaco Dott. Roberto Morroni

Ore 9,30-20,30 Mostra Mercato: esposizione e vendita - Olio e prodotti gastronomici del territorio.

- Attrezzatura per la raccolta dell’oliva

- Prodotti dell’artigianato locale in legno di ulivo e ceramica

Prodotti cosmetici all’olio d’oliva

Ore 10,30- 18,30 Degustazione bruschetta e… non solo. I visitatori riceveranno in omaggio un Buono Promozione ed un Buono degustazione Rigali (sascupo)

Ore 8,30- 13,30 Ruzzola tra gli ulivi da Rigali a Sascupo

9 novembre

Ore 14,30- 16,00 La pedalata dei frantoi Passeggiata in mountain bike.

10 Novembre

Ore 09,00- 11,00 Tra i sentieri con gusto Passeggiata con jeep, Suv e Quad.

17 Novembre

Ore 11,30- 15,30 Run dei frantoi in moto

24 Novembre Ore 8,30- 12,30 Trekking dei frantoi

30 Novembre Presso Pro Rigali Ore 17,30 Degustazione Olio Nostrale di Rigali con il prof. Proietti (Fac. Di Agraria)

Ore 19,00 Saluto delle autorità Premiazione e Riconoscimenti

Ore 20,00 Conviviale a base di bruschetta, pasta asciutta e baccalà arrosto (pre prenotazione 3339604402)

Dal 3 al 30 novembre

Tutti i giorni presso i ristoranti aderenti:

Menù con piatti all’olio nuovo (sconto con il buono promozione)

10-17-24_ Novembre Visita e degustazione bruschetta all’olio nuovo presso i frantoi aderenti

con i seguenti orari:

10,00- 13,00; 15,00-18,00


Il VI Premio Rocca Flea giunge all’epilogo Resi noti, in ordine alfabetico, i nomi di finalisti e segnalati.

Ma la graduatoria verrà rivelata solo il 16 novembre prossimo, in occasione della premiazione

La sesta edizione del Premio Rocca Flea, il concorso letterario per opere di narrativa organizzato dall’Associazione turistica Pro Tadino e dall’Accademia dei Romiti di Gualdo Tadino, è giunto al suo epilogo.
Negli scorsi giorni, la rosa delle otto opere finaliste individuata dalla Commissione giudicante presieduta dal prof. Antonio Pieretti e composta dal prof. Pasquale Tuscano, dalla prof.ssa Tullia Maggini, dalla prof.ssa Elisa Amadori e dal cav. Valerio Andelrini, è stata esaminata dall’altra Commissione, composta da sei alunni volontari dell’Istituto d’Istruzione superiore “Raffaele Casimiri” coordinati dalla prof.ssa Maria Dorotea Materazzi.
La commissione dei giovani ha formulato una graduatoria degli otto racconti ed i risultati sono stati nuovamente presi in esame dalla Commissione, che ha ufficialmente decretato, in base alle indicazioni fornite, le tre opere vincitrici fra le otto finaliste.
A queste, sono stati aggiunti altri sei racconti, giudicati meritevoli di segnalazione.
Tutti e quattordici i racconti verranno ora pubblicati a cura delle Edizioni Accademia dei Romiti in un’apposita raccolta intitolata Borgo natìo, che verrà ufficialmente presentata al pubblico durante la serata conclusiva del Premio letterario, sabato 16 novembre prossimo, alle ore 16, presso la Sala della Città della Rocca Flea.
Anche se la graduatoria ufficiale ed i vincitori saranno rivelati al pubblico solamente in occasione della premiazione, la Commissione giudicante ha comunque reso noti i nomi, con relativi titoli dei racconti, degli otto finalisti (fra i quali figurano i tre vincitori), e dei sei segnalati, in rigoroso ordine alfabetico (per cognome):

C’è un miracolo al mio paese di Valeria Anastasi (Gualdo Tadino, PG)

Borgo natìo di Franco Luigi Buselli (Bologna)

Toe drüe di Paolo Carlo Canepa (Roma)

Siamo già in paradiso di Giovanni Coglitore (Santa Venerina, CT)

Borgo natìo di Mauro Di Michelangelo (Gualdo Tadino, PG)

Un’insolita vicenda di Francesco Farabi (Gualdo Tadino, PG)

Campane silenti di Vanes Ferlini (Imola, BO)

Via Pignattara n° 18 di Claudio Ferrata (Assisi, PG)

Come una lupa di Bruna Franceschini (Brescia)

Il cuore di Gualdo di Marco Gubbini (Gualdo Tadino, PG)

La piccola sedia di Angela Lonardo (Avellino)

La scatola dei ricordi di Maria Marini (Gualdo Tadino, PG)

Il paese dove ho lasciato il cuore di Marina Marzetti (Calcinelli di Saltara, PU)

Itaca di Paolo Pergolari (Castiglion del Lago, PG)

Ricordiamo che, oltre al fatto che la Commissione giudicante ha ritenuto “di buona qualità” gran parte dei 40 racconti in concorso, va segnalato anche che i concorrenti arrivano, quest’anno, da 9 regioni differenti (Marche, Toscana, Umbria, Sicilia, Lombardia, Emilia Romagna, Lazio e Campania) e che la percentuale di partecipanti locali, provenienti cioè da Gualdo Tadino, si è ridotta a poco più del 40%, segno evidente che la rassegna ha ormai riacquisito un respiro nazionale, dopo la pausa forzata che, dal 2004 al 2012, ne ha impedito lo svolgimento. Questo fa ben sperare per la prossima edizione, il cui tema sarà scelto anche in base alle proposte che il pubblico partecipante alla serata conclusiva sarà in grado di fornire alla Commissione e agli enti organizzatori.

Il Comitato organizzatore

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Premio Francesco Dattini

Importante riconoscimento per l’Associazione Turistica Pro Tadino.

Si è, infatti, classificata al secondo posto nella settima edizione del premio Francesco Dattini.

Francesco Dattini era un signore di Capodacqua di Assisi (scomparso nel 2003) che ha dedicato il suo tempo libero a promuovere la solidarietà tra gli abitanti del territorio assisano, il rispetto della natura e l’incontro con tutte le realtà religiose. Obiettivi che intendeva perseguire con la nascita delle pro Loco. Alla sua iniziativa si deve la nascita della pro Loco di Capodacqua ed al Comitato Locale UNPLI (di cui è stato responsabile per diversi anni) delle Pro Loco di Cannara, Bettona, Bastia. E’ stato anche consigliere regionale dell’UNPLI.

L’UNPLI regionale umbro, sette anni fa, per ricordarne la memoria, ha istituito il premio nazionale “Francesco Dattini”. Possono parteciparvi ogni anno le Pro Loco della Regione chiamata a donare l’olio alla tomba di San Francesco in occasione della festività del patrono d’Italia.

Quest’anno era il turno dell’Umbria e quindi il concorso era aperto alle Pro Loco dell’Umbria. Tema del concorso: ambiente, società, solidarietà.
Hanno partecipato 30 Pro Loco. Il primo premio è stato assegnato alla Pro Loco di Spina che ha presentato un volume di storia locale.
Alla Pro Tadino è stato assegnato il secondo premio. L’Associazione Turistica gualdese negli anni scorsi aveva organizzato due convegni: La qualità della vita nell’Appennino Umbro Marchigiano; Arte e tecnologia nella produzione degli alimenti. Gli atti di quei convegni sono stati pubblicati con tre interessanti volumi tematici. Ad essere premiati sono stati proprio i tre volumi, in particolare il terzo che illustra le feste del territorio (Il maggio di San Pellegrino, La Festa del Fuoco di Grello ed Il Palio di San Michele Arcangelo).

La premiazione delle Pro Loco prescelte è avvenuta sabato 5 ottobre presso la Pro Loco di Capodacqua di Assisi alla presenza del presidente Nazionale UNPLI Nardocci, del presidente UNPLI Umbria Fiorelli, dell'Assessore Provinciale alla cultura Porzi, del Sindaco di Assisi e con la partecipazione di numerose Pro Loco; erano presenti per la Pro Tadino il consigliere regionale Meccoli e per il comitato locale gualdese il segretario Biagioli.

“E’ stato un gradito riconoscimento alla nostra Associazione- ha commentato il presidente della Pro Tadino Luciano Meccoli- Nata nel 1954, iscritta all’UNPLI dell’Umbria dal 1975, la Pro Tadino è stata sempre impegnata nel valorizzare e far conoscere le peculiarità specifiche del territorio in tutti i settori ed anche per il futuro, pur con le ridotte risorse di cui oggi può disporre, si adopera per conseguire questi obiettivi”.

Luciano Meccoli ancora Presidente Luciano Meccoli è stato confermato all’unanimità alla guida della Pro Tadino dal nuovo consiglio direttivo eletto nell’assemblea dei soci del 1° luglio. Meccoli (che assume ad interim anche l’incarico di amministratore) sarà affiancato come vice presidente da Barbara Amadori. Gli altri membri del consiglio sono Ennio Abbati, Mauro Dimichelangelo, Gilberto Garofoli, Graziano Pericoli, Costantino Pennacchioli, Riccardo Serroni e Roberta Villa.
Nella prima riunione del nuovo consiglio (che ha avuto luogo lunedì 15 luglio) sono stati anche assegnati gli incarichi ai consiglieri e soci:

Rapporti con Amministrazione Comunale, provinciale,regionale, con Associazioni di categoria e Aziende (Abbati, Meccoli).

Rapporti con Pro Loco e Associazioni Volontariato (Meccoli) Rapporti con le scuole, Sito web e strumenti di comunicazione (Serroni) Archivio, corrispondenza, documentazione (Mastrini) Beni e servizi (Pennacchioli) Apertura sede (Mastrini, Crocetti) Informazioni turistiche e rapporti con Polo Museale, Appennino Servizi e IAT Gubbio (Mastrini)

Progetto Premio Letterario Rocca Flea (Amadori)

Progetto Calendario (Dimichelangelo)

Progetto segnaletica (Villa)

Progetto concorso ceramica 2014 (Pericoli)

Il Presidente Meccoli ha quindi illustrato le linee strategiche del suo programma per il prossimo triennio, contenuti che sono in continuità con quanto portato avanti nel recente passato

-Curare sempre di più i settori dell’informazione e della promozione turistica

-Valorizzare il patrimonio culturale e artistico del territorio (con particolare attenzione al settore ceramica)

-Coinvolgere nell’associazione soci giovani affidando ad essi ruoli sempre più impegnativi

-Ricercare la massima sinergia con le altre associazioni del settore che non operano nel centro storico(pro loco,comitati locali e simili)


L’Associazione Turistica “Pro Tadino” e l’Accademia dei Romiti, con il patrocinio del Comune di Gualdo Tadino, indicono il

VI Premio Rocca Flea

Concorso nazionale di narrativa sul tema:

“Borgo natìo”

Premi

1° premio: Targa oro, piatto dei maestri ceramisti gualdesi, viaggio e soggiorno a Gualdo Tadino e pubblicazione dell’opera premiata.

2° premio: Targa argento, piatto dei maestri ceramisti gualdesi, viaggio e soggiorno a Gualdo Tadino e pubblicazione dell’opera premiata.

3° premio: Targa bronzo, piatto dei maestri ceramisti gualdesi, viaggio e soggiorno a Gualdo Tadino e pubblicazione dell’opera premiata.

Altri riconoscimenti saranno assegnati ad opere meritevoli segnalate dalla commissione giudicante.

Tutte le opere premiate e segnalate verranno pubblicate in un apposito volume dal titolo Borgo natìo, a cura delle Edizioni Accademia dei Romiti.

Termine ultimo per la presentazione delle opere: 31 agosto 2013

Per ottenere copia del regolamento consultare i siti: www.ilserrasanta.it; www.protadino.it e www.tadino.it (sezione bandi e concorsi);

per chiarimenti, contattare la segreteria del comitato o rganizzatore:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.– tel. 075/9150263o

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – tel. 075/916742.