Cerca nel sito

Consulta delle associazioni

Arnaldo Coletti è il Presidente della Consulta delle Associazioni

 

Anteprima

 

Gualdo Tadino, lì 22/04/2008

Riunione molto partecipata quella di ieri sera nella sala consiliare del municipio, promossa dall’Amministrazione comunale di Gualdo Tadino con tutte le associazioni del territorio per eleggere il consiglio direttivo della consulta, alla quale hanno aderito 63 associazioni gualdesi.E’ stato nominato dal Sindaco Angelo Scassellati e dall’Assessore alla cultura Diego Pascolini, il

dott. Arnaldo Coletti in qualità di Presidente della consulta.

I membri di diritto da Statuto sono

Gianfranco Biagioli (Ass. turistica Pro Rigali – Corsa delle Botti);

Filippo Matarazzi (associazione Maggiaioli – Festa del Maggio di San Pellegrino),;

Enrico Matteucci (Pro Loco Grello – Festa del Fuoco);

Paola Moriconi (Associazione turistica Pro Tadino);

Corrado Petrini (gonfaloniere Ente Giochi de le Porte);

Sergio Ponti (comitato Processione Venerdì Santo);

Paolo Santini (Comitato San Carlo di Roveto – rappresentazione presepe vivente).

Gli eletti dall’assemblea sono per il settore Sociale:

Franco Cappellini (Gruppo Scout Gualdo Tadino n.1) e

Mauro Guerrieri (Centro Volontariato Sociale – C.V.S. Caritas);

per il settore Culturale:

Angeli Fiorella (Unigualdo – Università degli Adulti) e

Olimpia Urbani (Gualdo Sound Project);

per il settore Proloco:

Federico Bellucci (proloco Cerqueto);

per il settore Ambientale:

Luciano Meccoli (CAI – Club Alpino Italiano);

per il settore Sport:

Simonetta Minelli (Atletica Tarsina) e

Arnaldo Polidoro (Raboclimbing – arrampicata sportiva).

La Consulta è un organismo autonomo, indipendente, non ha scopi politici e non si prefigge fini di lucro ma solo promuovere, coordinare e organizzare iniziative di livello ampio per lo sviluppo sociale culturale e turistico del Comune di Gualdo Tadino. “L’intenzione dell’Amministrazione comunale – afferma il sindaco Scassellati -  è quella di continuare ad investire nel mondo delle associazioni essendo le stesse un segnale di grande civiltà, di altruismo, di desiderio di impegnarsi al massimo per far crescere la comunità gualdese”. Grande soddisfazione ha espresso anche l’assessore Diego Pascolini al termine dell’incontro. “L’amministrazione è riuscita a realizzare – afferma – questo obiettivo che ci eravamo prefissi all’inizio della legislatura e che siamo riusciti a portare a termine. Credo che sia un traguardo importantissimo per il futuro della vita associativa della nostra comunità”.Al presidente Arnaldo Coletti e a tutto il Consiglio direttivo un caloroso “in bocca al lupo” da parte del Sindaco e dell’amministrazione comunale.  

 

 

 

 

AnteprimaLa consulta delle associazioni di Gualdo Tadino 

Nella foto i palazzi dell'area ex Monina dove

troveranno la loro sede alcune associazioni

 

 

Le Associazioni di Gualdo Tadino saranno riunite in una consulta, un organo che ne coordinerà in qualche modo l’attività. Naturalmente non sarà una cooptazione obbligatoria. Aderiranno soltanto le associazioni che lo desiderano. Fino ad ora all’iniziativa, promossa dall’amministrazione comunale, hanno aderito 44 associazioni sulle 106 esistenti nella nostra città. Ma la data delle iscrizioni è stata prorogata ancora di una quindicina di giorni. Dopo di che verrà convocata l’assemblea delle associazioni che avranno aderito e si provvederà ad eleggere gli organi statutari. Le associazioni non aderenti potranno farlo anche in seguito, ma rimarranno fuori dalla cariche statutarie fino alla scadenza del mandato del primo consiglio. La consulta, lanciata due anni fa, ha un suo statuto approvato dal consiglio comunale all’unanimità. Avrà un presidente (il sindaco o suo delegato), 6 consiglieri di diritto (Pro Tadino, Ente Giochi de le Porte, Festa del Fuoco di Grello, Maggio San Pellegrino, Presepio Vivente di Roveto, Processione Venerdì Santo) ed 8 consiglieri eletti dalle associazioni.
Nel corso dell’ultima assemblea il sindaco Scassellati ha anche ricordato che verrà presto risolto anche il problema delle sedi per quelle associazioni che ancora non ce l’hanno. Verrà, infatti, sistemato il piano terra dei palazzi della Monina e lì vi troveranno posto le associazioni ancora senza una loro casa fissa. Naturalmente, essendo in tante, alcune dovranno condividere spazi comuni.
  

Consulta delle Associazioni

Atto Costitutivo e Principi Statutari

Art. 1

IL COMUNE DI GUALDO TADINO,

Premesso che nell'ambito del territorio del Comune sono numerose e molto attive le Associazioni e gli Enti che su base volontaristica e senza finalità di lucro operano nei vari settori di attività sociale, culturale, sportiva e rievocazione storica;

Constatato che tra le stesse Associazioni ed Enti manca un organico rapporto di collegamento progettuale e di interscambio operativo, per cui ne può risentire la loro funzione sociale;

Preso atto che per l'Amministrazione Comunale risulterebbe difficoltoso svolgere il suo compito istituzionale per la promozione e l’organizzazione di iniziative e manifestazioni di livello ampio: regionale, interregionale, nazionale oltre che internazionale senza l’ausilio di tutte le forze attive ed organizzate presenti sul territorio comunale e per la impossibilità di instaurare un continuativo rapporto diretto con tutte le singole Associazioni ed Enti;

Ricordato che, per superare tali difficoltà, la stessa Amministrazione Comunale ha promosso un incontro a cui hanno partecipato la maggioranza delle Associazioni ed Enti, da cui è emersa la volontà comune di costituire una "Consulta delle Associazioni" per meglio rapportare la loro attività con le istituzioni e la società civile,

ISTITUISCE

la " CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI DEL COMUNE DI GUALDO TADINO ".

La Consulta è organismo autonomo, indipendente, non ha scopi politici, non si prefigge fini di lucro.

Della Consulta fanno parte, oltre al Comune di Gualdo Tadino, le Associazioni che non hanno finalità di lucro, le Organizzazioni di volontariato, che liberamente vogliano aderire e che operano sul territorio del Comune.

Potranno fare parte della Consulta tutte le Associazioni e gli Enti di cui al precedente comma che in seguito ne faranno domanda ed abbiano i requisiti richiesti, comprese le associazioni dei comuni limitrofi che operano nell’interesse di Gualdo Tadino. Le Associazioni devono inoltre indicare con precisione il settore in cui la stessa opera, il numero di iscritti, copia dello statuto, copia di attribuzione del codice fiscale o della partita iva, elenco dei componenti gli organi dirigenti.

A) SETTORE SOCIALE

B) SETTORE CULTURALE

C) PRO LOCO

D) SPORT

E) SETTORE AMBIENTALE

F) SETTORE DIRITTI CIVILI

Indipendentemente dall’attività sociale e dalla programmazione autonoma di ogni associazione la Consulta si propone di:

a) Promuovere, coordinare e organizzare iniziative di livello ampio per lo sviluppo sociale, culturale e turistico di Gualdo Tadino ;

b) Promuovere la collaborazione e lo scambio di esperienza tra gli associati che operano nello stesso settore a livello comunale, provinciale, regionale, nazionale ed internazionale;

c) Svolgere azione di tutela dei singoli associati nei rapporti con gli enti pubblici, soprattutto per quanto riguarda il rispetto delle norme sulla partecipazione e l'accesso alla documentazione e la pari dignità di trattamento da parte degli stessi;

d) Come organismo di partecipazione, per la parte relativa alla promozione sociale, culturale e turistica del paese formulare proposte agli assessorati competenti ed agli organi istituzionali del Comune.

e) Sensibilizzare la Pubblica opinione, le Istituzioni locali, la Scuola, le Organizzazioni sociali e politiche sulla realtà, sulle iniziative e sulle attività del volontariato, per cercare di sviluppare in tutta la popolazione una più diffusa cultura del volontariato e della solidarietà;

La sede della Consulta è quella del Comune di Gualdo Tadino.

La Consulta in quanto organismo di emanazione del Comune ha durata indeterminata e resta operante fin tanto che lo prevedono gli Organi Istituzionali del Comune.

Art. 2 - Organi della Consulta

L'Assemblea Generale degli Associati.

La Presidenza

Il Consiglio direttivo

Art. 3 - Assemblea Generale

L'Assemblea Generale é composta dai Rappresentanti Legali di tutte le Associazioni ed Enti che aderiscono alla Consulta o da loro sostituti espressamente delegati ed è presieduta dal Sindaco o da un suo delegato. E' convocata di norma 2 volte l’anno, ovvero ogni qualvolta il Comune o un terzo delle Associazioni aderenti lo riterranno necessario. Approva le iniziative da realizzare in comune.

Art. 4 - Presidenza

La Presidenza è di diritto dell’Amministrazione comunale di Gualdo Tadino , attraverso la figura del Sindaco o di un suo delegato, che può essere individuato anche all’interno dei rappresentanti delle Associazioni. In caso di sua assenza è sostituito dal vicepresidente che è un rappresentante delle Associazioni. La carica è gratuita.

Art. 5 - Il Consiglio Direttivo

Il Consiglio Direttivo è l’Organo di gestione della Consulta.

E’ costituito da un massimo di quindici componenti (compreso il Presidente) e comunque in numero dispari, nominati dalla Assemblea degli Associati. La nomina avviene con voto per schede segrete. In caso di parità di voti è scelto il candidato più anziano d’età.

Sono membri di diritto permanenti i presidenti o legali rappresentanti delle manifestazioni indicate dallo statuto comunale e la Pro Tadino.

I componenti elettivi durano in carica cinque anni e possono essere rieletti solamente per un altro mandato.

Si riunisce tutte le volte che è convocato dal Presidente o quando lo richieda 1/3 dei componenti.

Decide su ogni altra questione di carattere generale e amministrativa relativa all’attività della Consulta.

Su richiesta dell’Amministrazione Comunale esprime parere di merito sulla validità e coerenza con gli obiettivi previsti dall’art. 1.

Il componente delegato dal Sindaco decade con la fine del mandato dell’Amministrazione Comunale.

Art. 6 - Norme per l’elezione del Consiglio direttivo.

Per le elezioni dei componenti del Consiglio direttivo, la scheda dovrà contenere i nomi di tutti i membri effettivi, ma il numero delle preferenze da esprimere non dovrà essere superiore al 50% dei componenti da eleggere;

possono essere eletti nel Consiglio, che, per finalità e statuto appartengono alla stessa federazione, al massimo secondo il seguente schema:

A) SETTORE SOCIALE n° 2 rappresentanti

B) SETTORE CULTURALE n° 2 rappresentanti

C) PRO LOCO n° 1 rappresentante

D) SETTORE AMBIENTALE n° 1 rappresentante

E) SETTORE SPORT n° 2 rappresentanti

Art. 7 - Norme comuni al funzionamento della Consulta.

La Consulta, per il suo funzionamento, si avvarrà delle competenze e dell'opera del personale dipendente, delle strutture tecniche e logistiche che saranno messe a disposizione dal Comune e dalle Associazioni.

Art.8 - Norme finali ed entrata in vigore

Il presente Statuto entrerà in vigore appena sottoscritto dai partecipanti alla Consulta. Le modifiche allo Statuto potranno essere apportate con una maggioranza qualificata dei due terzi delle Associazioni aderenti.

Art.9

Per quanto non espressamente previsto dal presente Statuto valgono le vigenti disposizioni del Codice Civile e delle leggi in materia.

Gualdo Tadino lì .........................................................................