L'ECO del Serrasanta

Quindicinale culturale e sociale di Gualdo Tadino, Costacciaro, Fossato di Vico, Nocera Umbra, Scheggia, Sigillo, Valfabbrica - Provincia di Perugia - Italia

N. 1 - 11 gennaio 2004

Pro TadinoPrima paginaEdizioniSommario

Cerca nel sito

CANDIDATURE

OK dei DS per Scassellati

Spaccatura di AN (Biagiotti corre solo)

La preannunciata assemblea della sezione centro dei DS non ha fatto registrare novità. La maggioranza del partito che sostiene la linea Pinacoli ha confermato la sua supremazia con una percentuale nettissima (85% circa). Dal dibattito è emerso un giudizio positivo ed un sostegno totale all'attuale amministrazione che guida il comune. Indicazioni anche abbastanza chiare per la prossima candidatura a sindaco nello schieramento di centro sinistra. I DS non esprimono un loro candidato (smentita qualsiasi ipotesi sul nome di Codignoni) e di fronte alla candidatura del socialista Angelo Scassellati il loro giudizio è positivo: "Angelo Scassellati non è il nostro candidato - dicono - ma è un candidato che ci va bene e che riscuote la nostra fiducia e la nostra simpatia". Un sì incondizionato, quindi, per l'attuale assessore alla ricostruzione anche se non vengono chiuse prioritariamente altre ipotesi. Di fronte ad altre candidature i DS si riservano il diritto di esprimere una loro valutazione. In casa DS si preannuncia, infine, una novità interessante: Carlo Gubbini ne dovrebbe diventare il segretario.

Il punto interrogativo è, naturalmente, sempre la Margherita e la possibilità di un suo recupero per la possibilità di una candidatura unica in tutto lo schieramento del centro sinistra.

Sul centro destra l'uscita di Biagiotti ("Io mi candido comunque") ha provocato un piccolo terremoto in AN. Il presidente del circolo gualdese Marco Rogo ha annunciato di aver sollevato Biagiotti dall'incarico di membro della giunta di AN provocando una risentita risposta di altri suoi colleghi (ed una spaccatura all'interno di AN). Infatti il vice presidente Christian Severini ed il consigliere comunale Giuseppe Ascani (membri della giunta) hanno diffuso una nota dichiarandosi sorpresi dell'iniziativa del presidente Rogo: "Abbiamo saputo dalla stampa del provvedimento preso nei confronti di Biagiotti - scrivono -. È quanto meno bizzarro che 3 dei 5 elementi che compongono la giunta (i due sottoscritti e Biagiotti) non siano stati neanche convocati per discutere della cosa. Per contro, ed in ogni caso, ribadiamo e sottolineiamo il nostro apprezzamento, la nostra fiducia ed il nostro sostegno a Biagiotti per l'opera politica assidua, intelligente e disinteressata che ha svolto e che continuerà a svolgere badando ai problemi reali di Gualdo Tadino e dei suoi cittadini e non agli incarichi". Biagiotti, quindi, correrà da solo in testa ad una lista civica. Per lo schieramento ufficiale del centro destra la candidatura di Roberto Morroni è sempre la più probabile.

ATTUALITA'

Pro TadinoPrima paginaEdizioniSommario

Cerca nel sito