L'ECO del Serrasanta

 

N. 11 - 9 giugno 2002

Pro Tadino Prima pagina Edizioni Sommario

Cronaca

RISTRUTTURAZIONE SCUOLA ELEMENTARE TITTARELLI

La protesta dei genitori per i ritardi

L'arch. Betori: "I lavori termineranno entro ottobre"- In comune sono convinti di poter riconsegnare la scuola ai bambini dopo le vacanze natalizie - I genitori: "Allora noi chiederemo di poter iscrivere i nostri bambini presso il Bambin Gesù"

di Riccardo Serroni


Ed alla fine i genitori hanno perso la pazienza: "Stanchi e delusi per l'incredibile lungaggine dei lavori relativi alla messa in sicurezza dell'edificio scolastico del capoluogo, hanno dato vita ad un comitato con il compito di vigilare, monitorare l'azione della ditta aggiudicataria, ma soprattutto di sollecitare l'amministrazione comunale che sembra 'la bella addormentata nel bosco' per la soluzione del problema.

Sono tre anni che aspettiamo di tornare alla normalità. Nel lontano settembre 1999 ci fu detto 'massimo un anno e si rientra'. Ci sentiamo presi in giro!!! Gli amministratori ad ogni incontro ripetono che tra non molto tutto sarà risolto ed invece è sempre un continuo rinvio...Siamo arrivati alla fine dell'anno scolastico 2001/2002 ed i lavori continuano a singhiozzo. Chiediamo certezze, non le solite assicurazioni verbali, anche in previsione dell'inizio del prossimo anno.

La nostra maggiore preoccupazione scaturisce dal fatto che l'attuale collocazione, oltre ad essere un costo (benzina, servizio trasporto, ecc) per molte famiglie rappresenta un pericolo per l'incolumità dei nostri figli in quanto la struttura del convento del Divino Amore dal punto di vista della normativa di legge 626/94 lascia a desiderare e di conseguenza non vorremmo tirare troppo la corda...perché alla fine si può spezzare...Siamo convinti che il problema del ritardo non sia da attribuire soltanto alla Sovrintendenza alle Belle Arti ed alla ditta appaltatrice, come viene sempre ribadito, ma anche dell'amministrazione comunale che ha sottovalutato il tipo di intervento da attuare presso l'edificio. Ci sembra che manchi in questo caso il decisionismo del sindaco Rolando Pinacoli che sempre lo ha caratterizzato nella sua azione politica".

Tra promesse non mantenute, ritardi, slittamenti ... se dovessimo prendere ad esempio dell'efficienza della ricostruzione post terremoto la ristrutturazione dell'edificio scolastico D. Tittarelli non ne uscirebbe un'immagine positiva. E' dal settembre del '99 che i bambini delle scuole elementari sono ospitati presso il convento del Divino Amore, sede chiaramente inadeguata. La scuola, infatti, necessitava di un intervento strutturale per la sua messa in sicurezza. Sembrava un'operazione da poco. Invece i lavori si trascinano da tre anni e la pazienza dei genitori è giunta al limite, tanto che si sono costituiti in comitato per monitorare l'andamento dei lavori. Perché un ritardo così macroscopico?

"Hanno concorso numerose concause - spiega l'arch. Adriano Betori, progettista e direttore dei lavori - I lavori sono, innanzitutto, iniziati con 6 mesi di ritardo rispetto al previsto perché ci sono stati ritardi nello spostamento della Direzione Didattica. Poi abbiamo avuto problemi con la Soprintendenza per la tutela delle pavimentazioni e abbiamo perso un altro anno. Il recupero delle mattonelle ha richiesto, inoltre, costi aggiuntivi e abbiamo dovuto appaltare un secondo stralcio".

Non c'è anche una certa flemma della ditta appaltatrice?

"Sì, va un po' a rilento - ammette l'architetto - tanto è vero che le ho dovuto inviare un ordine di servizio".

I tempi?

I lavori dovrebbero essere consegnati entro il 22 luglio, ma la ditta chiederà una proroga e non termineranno prima di ottobre; dopo di che ci saranno le pratiche burocratiche relative al certificato di agibilità e tutto il resto. I bambini rientreranno nella scuola dopo le vacanze natalizie. Questa è la convinzione dell'ufficio comunale competente.

Una prospettiva di fronte alla quale i genitori si sentono tutt'altro che rassicurati. In una riunione hanno preso atto del nuovo slittamento ed hanno emesso un comunicato stampa: "Preso atto che neanche l'inizio del prossimo anno scolastico vedrà i nostri bambini ritornare al Tittarelli, la animata e vivace assemblea ha provocatoriamente valutato l'opportunità di richiedere il nulla osta al Dirigente Scolastico per iscrivere i propri figli presso la scuola elementare parificata del Bambin Gesù di Gualdo Tadino. Inoltre ha deciso all'unanimità di convocare nel più breve tempo possibile un nuovo incontro tra una delegazione dei genitori ed il sindaco Rolando Pinacoli. La presenza della massima autorità cittadina è stata richiesta espressamente dalla maggioranza dei cittadini".

 

Pro Tadino Prima pagina Edizioni Sommario