L'ECO del Serrasanta

 

N.19 - 8 ottobre 2000

  Pagina iniziale Edizioni Sommario

Gemellaggio

 

Il gemellaggio con West Pittston

I sindaco Bill Goldsworthy e Rolando Pinacoli hanno firmato lo storico documento nella restaurata casa comunale alla presenza di una folta delegazione di italo americani venuti appositamente dagli USA


03gem1.jpg (29620 byte)Sabato 23 settembre si è svolta nella restaurata casa comunale la cerimonia ufficiale del gemellaggio sancito dal Consiglio comunale di Gualdo Tadino il 5 settembre; ha visto la partecipazione dei circa quaranta italo - americani giunti dalla Pennsylvania, della delegazione ufficiale composta oltre che dai Sindaco Goldsworthy, anche lui di origine italiana (la mamma è originaria di Gualdo Tadino, Nicoletta Bicchielli), dai senatori dello stato statunitense, da rappresentanti del mondo economico - imprenditoriale della città americana.

03gem2.jpg (42759 byte)Il Sindaco di West Pittston, Billy Goldsworthy, ha salutato il gemellaggio ufficiale tra Gualdo Tadino e la città della Pennsylvania come "un ricongiungimento di radici lontane, il ritrovarsi di due comunità dopo tanti anni di lontananza". Radici e attaccamento alla città d'origine che sono testimoniate anche dal fatto che molti degli italo - americani presenti parlano non tanto l'italiano, ma un dialetto gualdese, che hanno continuato a usare nei loro colloqui lontano da casa. "Riconoscendo e affermando i vari e diversi interessi della comunità dei nostri cittadini attraverso la costruzione di un clima migliore per la reciproca comprensione del mondo - si legge nella proclamazione ufficiale del gemellaggio - Considerato che al di là delle relazioni economiche, entrambe le comunità mantengono una attiva ambizione e interesse in materia di educazione, arti, storia ed altri obiettivi delle comunità, così da creare un'ulteriore oasi per un comune interesse e una comune attività da parte e fra le due comunità e le loro rispettive popolazioni e regioni".

03gem3.jpg (8316 byte)Il gemellaggio tra le due città nasce in considerazione che la Città di Gualdo Tadino ha vissuto all'inizio del ventesimo secolo un forte fenomeno emigratorio sia verso i paesi del Nord Europa, sia verso gli Stati Uniti, specialmente nelle miniere della Pennsylvania, dove sono presenti vere e proprie comunità nelle quali è massiccia la presenza di cittadini con origini gualdesi, giunti ormai alla terza generazione.

Il rapporto che i due comuni intendono allacciare vuole anche rinforzare i legami tra le due comunità, visto che il rischio che gli italo - americani perdano contatto con la loro terra di origine se non si rinnovano i legami con la città, disperdendo così un patrimonio sociale e cultura imperdibile sia per il paese che li ospita sia per quello da cui sono partiti i loro progenitori.

Foto di gruppo della delegazione USA per il gemellaggio

03gem4.jpg (8874 byte)Un gemellaggio che è stato preparato con diverse visite ma anche attraverso le attuali possibilità che Internet che ha consentito nel mese di aprile di tenere una teleconferenza tra Gualdo Tadino e West Pittston nel corso della quale sono stati messi in contatto i cittadini delle due città facendo incontrare familiari che, in alcune situazioni, non si erano mai conosciuti. Una premessa importante, un passaggio fondamentale, per mantenere vivo questo rapporto tra le due città.

Inoltre la cerimonia di gemellaggio tra Gualdo Tadino e West Pittston è un passaggio propedeutico alla creazione del Museo dell'Emigrazione che, nelle intenzioni dell'Amministrazione comunale. dovrebbe aprire i battenti non appena pronto il contenitore destinato ad ospitarlo, la Torre Civica e il Palazzo del Podestà.

 

  Pagina iniziale Edizioni Sommario