Cerca nel sito

4 luglio- Mostra: Ceramica d'autore

A Gualdo Tadino si celebra la ceramica d’autore

Monachesi, Sassu, Cipolla, Strada e Biancini: un viaggio nel contemporaneo

 

Aligi Sassu 1964

 

Nel mese di luglio a Gualdo Tadino si celebra la ceramica d’autore con due progetti legati intimamente insieme: la personale “Di Diversa Natura” alla Rocca Flea del maestro Riccardo Monachesi, vincitore nel 1990 del “premio acquisto” con l’argomento “Trofeo”, e la mostra retrospettiva di ceramica nella Chiesa di San Francesco dal titolo “Francescanesimo e Pace”, che in occasione dei 60 anni dell’Associazione Pro Tadino, ripercorre i momenti salienti della Mostra Internazionale di Ceramica. Entrambe le esposizioni saranno inaugurate venerdì 4 luglio: “Francescanesimo e Pace” alle ore 16.30 presso la Chiesa di San Francesco, “Di Diversa Natura” di Riccardo Monachesi alle ore 18.00 al Museo Civico Rocca Flea. Riccardo Monachesi presenterà le istallazioni ceramiche che oggi caratterizzano il suo mondo: dai più noti cubi dall’austera geometria ai morbidi fiori dalla forma carnosa e fantastica. Nato a Roma nel 1954, Monachesi si è laureato in architettura e dal 1977 utilizza la creta come materiale per la sua ricerca artistica. Tutte le opere esposte alla fortezza sono in ceramica policroma smaltata e sembrano galleggiare sospese tra lo spazio naturale dell’ampio giardino ed i rigorosi interni dell’imponente castello. “Colori accesi”, spiega Catia Monacelli, curatore della mostra e Direttore del Museo, “che raccontano un universo sognato, sperato, desiderato: un giardino segreto in cui realtà e fantasia si mescolano”. “Francescanesimo e Pace” è un evento culturale che cade nel 60° anniversario della nascita dell’Associazione Pro Tadino, la quale ha caratterizzato la sua storia per la manifestazione “Il Concorso Internazionale della Ceramica d’Arte”. Una delle peculiarità della rassegna è stato il concorso a tema che hapermesso di presentare agli operatori del settore ed agli appassionati di arteper un lungo periodo di tempo, le esperienze di avanguardia e le tecniche innovative dei maggiori esponenti dell’arte ceramica sia italiani che stranieri. Da 1959 si sono susseguiti fino al 2009 oltre seicento artisti italiani e quattrocento di altre quarantuno nazioni, con un successo che è andato crescendo man mano raggiungendo negli anni ‘70 punte di oltre cento partecipanti. Grazie al concorso a Gualdo Tadino sono arrivate le opere degli umbri Edgardo Abbozzo e Giovanni Dragoni, dei milanesi Aligi Sassu e Nino Strada, dei romani Salvatore Meli e Nedda Guidi, dei faentini Angelo Biancini, Leardo Lega, Carlo Zauli, Goffredo Gaeta, dei fiorentini Nello Bibni e Bruno Bagnoli, come pure opere dei cecoslovacchi Vlastimil Kvetensk e Otto Eckert, dei finlandesi Viljo Makinnen e Lindh Mascitti, del cinese Cheng Chi Chang, degli inglesi Marian Heyerdahal, Marylin Smith e tanti altri ancora. Uno dei temi di maggiore successo è stato quello legatoalla pace ed al misticismo umbro di San Francesco tanto da essere il filo conduttore di quattro concorsi tra il 1963 ed il 1997, al quale parteciparono circa trecento opere. Per la retrospettiva sono state selezionate undici opere tra le più rappresentative sul tema “Francescanesimo e Pace”. “Questoevento, che ha beneficiato del sostegno del Rotary Club e del patrocinio dell’Amministrazione, rappresenta la continuazione di un impegno che l’Associazione turistica Pro Tadino”, spiega il Presidente Luciano Meccoli, “ha preso nei confronti della cittadinanza e cioè quello di arrivare a creare un Museo di Arte Ceramica Contemporanea (MACC), a testimonianza del valore artistico e culturale di Gualdo Tadino, nota nel mondo per essere città della ceramica”. Sarà possibile visitare le mostre dal 4 al 27 luglio. La segreteria organizzativa è a disposizione per ulteriori informazioni: 0759142445, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .